8 ORE DI CIBO E DIGIUNO INTERMITTENTE

Immagine
Acquisto Amazon consigliato   https://amzn.to/4afbdEV Mangiare per otto ore al giorno e poi digiuno intermittente praticato per più giorni alla settimana può diventare uno stile di vita che aiuta a stare meglio e a perdere peso. Dalla lunga ricerca eseguita ho capito che molti scienziati, dietologi e nutrizionisti sposano questa tesi.  Il digiuno intermittente è una definizione che comprende vari piani alimentari che alternano un periodo di digiuno ed un altro di alimentazione in un periodo ben definito. È al vaglio della ricerca scientifica per valutare se possa produrre una riduzione del peso corporeo paragonabile alla restrizione calorica a lungo termine. Una ricerca del 2018 sul digiuno intermittente in persone obese ha mostrato che ridurre l'introito calorico da uno a sei giorni a settimana, per almeno 12 settimane, è efficace nel ridurre il peso corporeo, in media di 7 chilogrammi. I risultati non erano diversi da una semplice restrizione calorica e gli studi clinici erano st

CHE COS'È IL BLACK FRIDAY

black friday nato in america

Noi civiltà moderne in vena di continue spese e festeggiamenti, non perdiamo mai occasione per importare ogni tipo di tradizione, purché si festeggi. Il Black Friday è la vendita con prezzi d'occasione come ennesima ricorrenza importata dagli Stati Uniti, come già fatto in precedenza con Halloween. 

OCCASIONI BLACK FRIDAY SU AMAZON

E’ lì che nasce questa tradizione, infatti il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, tutti i negozi offrono super sconti per lo shopping che si affaccia al mese di dicembre, quello per le bramate spese natalizie. Il Black Friday cade l'indomani dell’ultimo giovedì del mese di novembre “Ringraziamento” giorno proclamato dal presidente americano Abraham Lincoln che dichiarò questo giorno come festivo, nella sua famosa Proclamazione di Ringraziamento del 1863. In effetti fino a non molti anni fa, il Black Friday era un’occasione che riguardava solo i consumatori americani, che approfittavano della data fissata per tradizione dopo il Thanksgiving, la Festa del Ringraziamento, per comprare a prezzo scontato una miriade di prodotti desiderati, preludio di una campagna di acquisti natalizi. Con la diffusione e la globalizzazione degli acquisti online, il Black Friday , è ormai sinonimo di sconti e offerte, da scovare e concretizzare nella rete. Per questo motivo è diventato ormai parte integrante del linguaggio comune, superando i confini americani e affermandosi dunque anche in Italia. E’ diventato il simbolo del giorno giusto per risparmiare e fare un buon acquisto, anticipando u po’ quello che sarà la mega spesa per il Natale. 

La ricorrenza è stata battezzata con il colore nero perché in quell'epoca i registri contabili dei negozianti si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo. Il venerdì dopo il ringraziamento i conti finivano decisamente scritti in nero visti i promettenti sconti che duravano solo un giorno. Gli economisti analizzano l’andamento di questa giornata come indicatore statistico di quella che sarà poi la propensione del mercato e de consumi negli Stati Uniti durante il Natale. E’ un po’ lo start ufficiale dello shopping natalizio e può essere utilizzato come parametro per stimare l'andamento di tutta la stagione. Infatti il venerdì nero è più importante negli stati uniti per le grandi catene di distribuzione che anticipano i loro saldi in quella unica giornata. Per non dimenticare che siamo nell'epoca della rete si sono inventati anche il Cyber Monday (lunedì cibernetico) che corrisponde al primo lunedì successivo al Black Friday e viene dedicato agli sconti sui negozi online. Noi italiani che importiamo tutto, come avevamo già fatto con la festa di Halloween, abbiamo importato anche il Black Friday per vendere o acquistare a prezzi scontati con promozioni e buoni regalo. Questi fantastici sconti si trovano poi soprattutto nei mega store on line che propongo offerte non cumulabili con le altre promozioni e solo fino ad esaurimento articolo. 

In Italia le associazioni di categoria e i commercianti sono stati primi ad avvertire il fenomeno in negativo, subendo una concorrenza dei venditori on line sleale, che in quella giornata promuovevano sconti particolari. Quindi con il permesso delle regioni vi è stato un via libera per tutti agli sconti sull'ultimo venerdì di Novembre, niente più multe. Il commercio di vicinato va protetto dalla concorrenza spesso sleale delle multinazionali, soprattutto quello on-line. Sorprendente è stato il risultato datato 25 novembre 2016, dove si è registrato che il colosso mondiale Amazon vendeva sul portale 12 prodotti ogni secondo, un  vero record. Soprattutto se si pensa che statisticamente ogni secondo nascono poco più di quattro bambini e muoiono quasi due persone. Gli unici motivi che animano il fenomeno, sembrano solo quelli dello shopping conveniente che si può sfruttare in quella giornata, perché poi in effetti noi con quella ricorrenza non abbiamo nulla da condividere, ma del resto è così anche per tante altre cose. 

Chissà quale sarà la prossima festa che importeremo!

Commenti