Post

L’AMANTE SI OPPURE NO?

Immagine
Oggi sono molto frequenti le relazioni extraconiugali, ossia quei rapporti che intervengono tra un uomo o una donna sposati e un’altra persona diversa dal partner ufficiale, o dai rispettivi partner ufficiali.  Sono comunque i casi in cui si creano evidenti problematiche riguardanti la gestione di relazioni vissute contemporaneamente con due persone differenti che vanno ad alterare quel già fragile equilibrio della coppia.  Esistono tanti tipi di coppia, vecchie e nuove, di etero e non, coppie collaudate e coppie giovani, relazioni brevi ed altre lunghe. Ci sono relazioni occasionali ed altre unite in matrimonio e ne esistono tante altre ancora, ma anche nei casi più solidi, di gente felice e che va avanti da tanto con impegno, pure laddove sono uniti dal sacro vincolo del matrimonio, dove insomma vi è vero amore può capitare l’imprevisto. C’è chi sa di essersi sposato per amore e non si sarebbe mai sognato di poter tradire il proprio partner, intraprendendo una nuova relazione, invece

IL CORAGGIO DI VINCERE LA PAURA

Immagine
  Ci sono persone che hanno paura ed altri che preferiscono mentire a se stessi e agli altri. Tutti hanno paura di qualcosa, tante cose fanno paura a molti, e provare paura in alcune situazioni è positivo perché ci tiene lontani dal pericolo e quindi più al sicuro. Anche la paura di fallire può essere uno stimolo per spronarci a fare bene il nostro compito, come può essere anche un impedimento a farlo. Dipende da quello che si prova dall’intensità della sensazione. Ma se ci penso che cos’è la paura, quali sono i tipi di paure più frequenti, e come superarla? Molti di noi vivono in un costante stato di allarme, ma a volte è naturale, e anche conveniente, provare paura. È un’emozioni profonda ed è anche il motivo per cui specie come la nostra sono sopravvissute nel tempo ed oggi siamo qui. Pensione anche all'ultima pandemia del Coronavirus. I pericoli percepiti sono cambiati nel tempo e diventati altri, ma ritengo che si possa imparare a gestire meglio le proprie paure da quelle gene

NATO NEL SEGNO DELL’ACQUARIO

Immagine
  Qua voglio essere sincero, se mi fermo a riflettere su come sono, devo ammettere a me stesso che ho più di una personalità, magari non un puzzle di anime che si si incastrano tra di loro, ma almeno un paio di aspetti che rendono difficile e poco comprensibile il mio modo di essere.  A rincuorarmi mi ripeto la famosa citazione di Luigi Pirandello: “Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti“. Almeno mi dico di non essere l’unico, non essere l’unico ad identificarsi in un profilo preciso, questo vuol dire che mi reputo abbastanza realista. Ci sono momenti in cui non mi piace pensare al futuro, e mi concentro di più sul vivere il presente, mentre in altri casi vado più a fondo, quindi non so se devo reputarmi come un impulsivo oppure no. Di certo so che sono pentito di una buona parte di scelte sbagliate che ho fatto, ma chi non ha mai sbagliato? Chi non ha mai preso scelte inadatte per pagarne poi le spese a vita? Un contrasto di pe

CI SONO ANCORA DISCRIMINAZIONI CONTRO LGBTQ?

Immagine
  Vengono ancora denunciati dati sulla discriminazione di genere nei confronti dei lavoratori che si dichiarano  LGBTQ+.  Negli Stati Uniti d’America, negli anni ottanta, è nato il movimento LGBTQ con la volontà di esprimere quel pensiero politico che contesta la logica etero e binaria secondo la quale i sessi esistenti sono soltanto due. Evidentemente ce ne sono di più.  Da qui il transgenderismo che è da considerarsi come un movimento politico/culturale che propone una visione dei sessi e dei generi fluida e che rivendica il diritto di ogni persona di situarsi in qualsiasi posizione intermedia fra gli estremi di maschio o femmina stereotipati, senza per questo dover subire discriminazione. Infatti pare che oggi essere maschi o femmine sia soltanto un estremismo. Ne sono passati di anni dalla nascita di quel movimento, e tutto ora, bene o male, sembra normale. Eppure c’è uno lo studio, pubblicato dal Williams Institute, che ha rivelato un dato inaspettato, ovvero che non pochi lavorat

L’ETICA SULL’ALLEVAMETNO DEI POLPI

Immagine
I primi giorni dell’anno nuovo ascoltando il telegiornale,  dopo la conta dei feriti ed incidenti accaduti per i botti di fine anno, ho sentito una notizia che mi ha subito incuriosito. Si parlava del via al primo allevamento di polpi in Europa e mi sono subito chiesto perché lo dicessero al tg, perché l'apertura della prima acquacoltura di polpi in Europa facesse discutere, considerato che ce ne sono così tanti di allevamento di altro genere di animali anche di altri pesci.  Da subito mi sono chiesto perché con le altre specie animali lo accettiamo ed invece ora molti si chiedono se sia etico allevare questi animali considerati emotivi ed intelligenti? Tutto questo mi ha incuriosito e per questo mi sono documentato, in modo da farmi una mia più opinione più corretta. Gli esperti dicono che ci sono molti studi i quali dimostrano che il polpo è un animale molto intelligente decisamente atipico. Messi a confronto, nel regno animale, le teste pensanti condividono due peculiarità, indi

UN NUOVO ANNO UNA NUOVA OCCASIONE

Immagine
SE NON SI RINUNCIA A SOGNARE, LE COSE POI ARRIVANO….. UN VERO AUGURIO PER UN FELICISSIMO NUOVO INIZIO Siete pronti ad iniziare un nuovo anno? Un ‘altro anno sta per finire o forse è già finito ed ora bisogna ricominciare iniziando dalle proprie quotidianità, occupandoci di noi stessi per cercare di fare il meglio! Ci siamo lasciati alle spalle un altro anno con tutti i suoi pregi e difficoltà . Inutile rimuginare sulle tante difficoltà che ognuno di noi ha dovuto affrontare o vivere, bisogna subito ricominciare con i migliori pensieri di gioia, spensieratezza e felicità.  Occorre rinnovarsi e rinnovare, partendo da se stessi. Via la pigrizia e ricominciamo. Va bene pure riprendere la palestra, mettersi a dieta e riprendere il lavoro. Poi svagatevi, incontrate i vostri amici, incontrate le persone che amate e cercate di regalare alla vostra testa un po’ di serenità ed il tempo necessario per riprendere i ritmi giusti. Fissate dei buoni propositi per l’anno che viene. Progett

MADRES PARALELAS SECONDO ME

Immagine
  Il 30 ottobre scorso mi sono ritrovato seduto al cinema con degli amici che avevano acquistato 8 biglietti per un film. I programmi sul film da vedere erano ben definiti, ma la sorpresa l’ho realizzata subito. A pellicola già iniziata da qualche minuto ho capito immediatamente che le scene in programmazione non potevano essere quelle che mi aspettavo. Sullo schermo il volto di Penélope Cruz gravida. Ho chiesto cosa stessimo vedendo ma nessuno ricordava il titolo. Solo dopo essermi goduto la storia ho appreso di aver visto “Madres paralelas” di Pedro Almodovar con Penélope Cruz.  Qualcuno ha lamentato di essersi annoiato, invece a me è piaciuto. La storia di Janis e Ana, due donne diverse in tutto, che dividono la stanza dell'ospedale dove entrambe stanno per partorire. Il tutto per raccontare quanto si intrecciano le storie comuni di ognuno di noi con quello che ci accade intorno, in una prospettiva globale molto più ampia. Tanti fatti, errori, scambi e sospetti per trasmettere

DUE AMANTI FELICI DI PABLO NERUDA

Immagine
“Due amanti felici” è una poesia di Pablo Neruda contenuta nella raccolta “Cento sonetti d’amore” del 1959 e racconta la complicità di coppia. Pablo Neruda, pseudonimo di Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto nato a Parral (Cile) il 12.07.1904, è stato una delle figure della letteratura latino-americana più importanti, nonché poeta e politico cileno.  Fuggì dal Cile a seguito di un mandato di cattura emesso nei suoi confronti.  Inseguito per molti mesi dall'ispettore di polizia Óscar Peluchonneau che divenne poi un personaggio del suo mondo poetico. Definito da molti un comunista pieno di contraddizioni, che in nome della creatività, non si negava gli agi della borghesia.   DUE AMANTI FELICI Due amanti felici fanno un solo pane, una sola goccia di luna nell’erba, lascian camminando due ombre che s’uniscono, lasciano un solo sole vuoto in un letto. Di tutte le verità scelsero il giorno: non s’uccisero con fili, ma con un aroma, e non spezzarono la pace né le parole

LA FECONDAZIONE ASSISTITA. PREGIUDIZI

Immagine
  Una coppia di amici, non sposata, ha rivelato a me e altri amici, di aver provato per parecchio tempo ad avere un figlio in modo naturale e di aver cercato una gravidanza da cinque anni, sottolineando che orami il tempo trascorreva. Tutti i risultati degli esami del sangue erano contrari, solo la fecondazione poteva regalare qualche vaga speranza.  Ci sono riusciti e si sono confidati, forse, in caso contrario non l'avrebbero mai fatto. Alla proposta della fecondazione assistita hanno accettato e dopo qualche mese di prova lei è rimasta incinta. A primo impatto l’idea della fecondazione non piaceva a nessuno dei due ed entrambi sapevano che sarebbe stato un lungo e difficile cammino. Nella stessa sera con serenità i due compagni di vita hanno confidato il tutto premettendo che lei era incinta, ma solo perché aveva scoperto che per realizzare il loro desiderio genitoriale, avrebbero dovuto ricorrere alla procreazione medicalmente assistita. Qualche sera fa ne hanno parlato con gio