Post

Visualizzazione dei post da maggio, 2018

L’INTELLIGENZA MISURATA DAL SENO

Immagine
Una straordinaria ricerca effettuata da un gruppo di Scienziati dell’Università di Chicago, finanziata non si sa da chi, ha dato alla luce ad una fenomenale, quanto inaspettata, verità. Sono state prese in esame 1.200 donne, divise in 5 gruppi distinti per taglie di seno, dalla prima alla quinta misura. I ricercatori hanno sfatato un mito, dimostrando che le donne con la quinta misura sono più intelligenti. Quindi possiamo dire con dati di fatto che c’è una relazione tra seno e quoziente intellettivo, denominato QI, ma questa relazione non ha la tendenza che si presupponeva prima, bensì è contraria. L’esame ha dimostrato che il quoziente intellettivo delle donne cresceva proporzionalmente con la misura del seno e le donne con la 5^ misuera si sono dimostrate più intelligenti. Le cause di ciò sono al momento ignote, ma solo per il momento. “Naturalmente”, è il caso di dire, i seni rifatti non fanno testo. Quindi anche gli uomini attratti dai decolté più generosi non son

Associato

COME PARLARE DI SESSO CON I FIGLI

Immagine
Papà, mamma, come nascono i bambini? Che cosa significa fare sesso? A tutti i genitori sarà capitato di rimanere freddi, inermi e privi di parole davanti a queste domande rivolte loro dai figli piccoli e meno piccoli. Come rispondere? Cosa dire e cosa non dire?  E’ difficile parlare ed entrare nel mondo della sessualità dei figli che è indecifrabile, imbarazzante ed ansioso per la maggior parte dei genitori, anche quelli che si ritengono, in modo convinto, di essere padri e madri moderni, Smart, amiconi con i quali dirsi tutto, ed oltremodo genitori social, senza tabù.  E in effetti è proprio così per tutti fino a quel momento insidioso in cui l’argomento si infila tra le mura domestiche. A quel punto, tirato in ballo l'argomento, quella casa che sembrava il paradiso in terra diventa un campo minato e qualunque genitore, la prima cosa che gli viene da fare, è quella di tentennare, prendere tempo, arretrare in cerca di rifugio e sperare che accada qualcosa che rompa l’imbarazzo 

ALOE GUARITORE NATURALE

Immagine
L’Aloe è un genere di pianta succulentexerofile della famiglia delle Aloeaceae che raggruppa oltre 500 speci differenti. Il suo genere di pianta è originario dell’Africa ed è molto più comune nell'Africa del sud, sulle montagne dell’Africa tropicale e nelle aree vicine al continente del Madagascar e Penisola arabica. L’Aloe Vera è solo una delle oltre 500 varietà di aloe esistenti in natura, ma certamente è quella che può vantare le migliori proprietà, infatti sono moltissimi i benefici dell’Aloe Vera per la salute e la bellezza, un binomio che cattura le attenzioni di chiunque. E’ una pianta che si può coltivare anche sul balcone di casa per usufruire, in modo naturale, di tutti i suoi benefici a costo zero. All'interno vi è contenuta l’Aloina, che se viene assunta all'interno per molto tempo può essere irritante per la mucosa intestinale invece non vi sono problemi per l’uso esterno. In caso di gonfiore dovuto al caldo, eritemi, scottature, perdita di minerali ed alt

REALIZZARE UN VELENO

Immagine
Se pensiamo a molti anni fa, quando i limiti delle medicina erano certamente più marcati, travestire un omicidio da morte naturale non individuabile, non era poi così difficile. Simulare una morte comune era abbastanza agevole soprattutto a chi era in grado di manipolare un minimo di nozioni di chimica e biologia. Oltretutto a quell'epoca la mortalità era molto più frequente.  Oggi i passi da gigante compiuti dalla medicina rendono tutto più difficile, ma non impossibile, a mani esperte. Pensiamo un attimo agli ultimi fatti di cronaca, uno tra i quali l’avvelenamento dell’ex spia russa Sergej Skripal e della figlia, quasi morti dopo aver respirato il gas nervino VX, una sostanza nociva tanto mortale che viene catalogata come un’arma di distruzione di massa. Quello delle spie e dei servizi segreti è un mondo affascinante, dove sempre, negli anni, si è fatto un uso smisurato di veleni mortali. Gli avvelenamenti di spie, dissidenti e nemici politici rimangono tra i più spietati.

IL LINGUAGGIO DELLE DONNE

Immagine
E’ chiaro, è quasi certificato, esiste da sempre. Gli uomini e le donne non si capiscono quasi mai, ci sono seri problemi di comunicazione interpretativa. I più grandi problemi della comunicazione tra uomo e donna nascono quasi sempre dallo stesso fattore; la diversità interpretativa nell'utilizzare determinate parole, determinati atteggiamenti, i tempi di inserimento nei discorsi e le grandi differenze che vengono attribuite ai forse, si e no.  Proprio queste ultime tre parole viaggiano su binari differenti. Ci sono molte e profonde quanto diverse tesi su quest’argomento, ognuno con il proprio punto di vista. Tra le cose più interessanti che ho letto ricordo e condivido l’affermazione secondo la quale mentre l’uomo, si limita ad applicare nel linguaggio la sola analisi semantica, la donna, si esprime molto più di frequente con un linguaggio che per comprenderlo al meglio bisognerebbe utilizzare soprattutto il dizionario dei sinonimi e contrari, perché forse l’uomo ha un

FAR FUNZIONARE IL METABOLISMO

Immagine
Un buon metabolismo è il grande segreto per avere un corpo sano e in grado di mantenere il peso giusto. In realtà è il motore del nostro organismo, che innesca quel processo di reazioni che ne gestisce l’accrescimento, il rinnovamento e il mantenimento. Per essere un po’ più tecnici potremmo dire che il metabolismo di base è la somma dell'energia utilizzata per i processi fisiologici vitali dell’organismo: dalla sintesi e la degradazione di componenti delle cellule, alle reazioni biochimiche, dal battito del cuore alla filtrazione renale, ecc. Questo consumo è innanzitutto attribuibile all'attività della massa magra, cioè, essenzialmente gli organi e i muscoli volontari e involontari. In effetti, per la salute è fondamentale conoscere i meccanismi per mezzo dei quali convertiamo il cibo che viene assorbito e trasformato in energia per costituire le riserve alimentare per i muscoli e gli organi vitali, di contro il sovrappeso o il girovita largo è solo un fattore este

COME CRITICARE NEL MODO GIUSTO

Immagine
Avere relazioni ottime con tutti è impossibile, ma cercare di avere buone relazioni con molte persone è possibile. Esistono mille modi di vedere le cose ed altrettanti modi differenti di interpretare i giudizi. Ognuno può credere quello che vuole ma è libero di farlo fino a quando non urta la suscettibilità del prossimo. Quello che piace a te può non piacere a me, infondo si sa che non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace. Ciò nonostante a volte vanno dati dei giudizi negativi e non sempre siamo in grado di farlo nel modo corretto.  Formulare una critica verso qualcuno senza entrare in collisione con l’altra parte è veramente difficile. Spesso non ci accorgiamo che un'osservazione o rimostranza diretta o di troppo si trasforma nell'altro in un giudizio tagliente, quasi un rimprovero o una sentenza di sconfitta, senza appello, per chi la riceve. Tutti sanno che le critiche vanno sempre bene quando sono costruttive, ma quando siamo sicuri che lo siano? Chi può

IL PROBLEMA DELLA SOVRAPPOPOLAZIONE

Immagine
Sulla nostra terra viviamo già in qualche miliardo di persone e nei prossimi anni saremo ancora di più. Quando parliamo di miliari di persone viene subito in mente la Cina, dove sono già in tanti, ma il problema non è solo relativo a loro. In effetti dobbiamo pensare che mentre noi svolgiamo una qualsiasi attività, come mangiare, parlare, leggere, dormire, da qualche parte c’è qualcuno che sta nascendo. In pratica è stato stabilito che ogni secondo sulla terra c’è una crescita di oltre 2 persone.  E' vero che a fare la differenza vi è il dato relativo alle morti che avvengono ogni secondo. Da una parte si parla di invecchiamento di alcune popolazioni, ma  ciò nonostante, la corsa delle crescita pare non fermarsi. Si parla spesso delle problematiche globali, come i cambiamenti climatici, l’inquinamento del pianeta, lo sfruttamento della terra, le ondate migratorie, le cementificazione selvagge, la deforestazione, l’estinzione animale, la scarsità delle risorse.  Tanti problemi f

VOLER BENE NON E’ AMARE

Immagine
Ho sempre diffidato, e diffido tutt'ora, di coloro che ti chiamano subito amore, magari dopo una conoscenza che va avanti da circa 15 minuti. Penso che una persona così lo faccia per abitudine certamente con tutti e pertanto la reputo una persona vuota e che non sa dare il giusto peso alle parole.  Poi ci sono quelli della stessa stirpe ma con i piedi un po’ più per terra, un po’ più discreti e allora ti dicono “ti voglio bene” ad ogni occasione. E’ la stessa cosa infondo. Se invece poi, anziché dirlo di persona, ti scrivono messaggi o bigliettini di auguri diventa tutto più facile e con le parole come ti amo, non si fa affatto economia. Secondo me questo comportamento è qualcosa di insopportabile. Eppure in altri casi parole dolcissime come “ti amo” o “ti voglio bene” spesso tardano ad arrivare, ma quando arrivano sono vere, sincere, sentite. Molti danno a quelle parole una giusta e straordinaria importanza, quella che meritano. Per pronunciarle è necessario essere davvero

LA DIPENDENZA DA CIBO

Immagine
Per dipendenza s’intende un'alterazione del comportamento umano che trasforma una semplice o comune abitudine in una ricerca esagerata e patologica del piacere attraverso mezzi o sostanze o comportamenti che sfociano in una condizione addirittura patologica. In pratica l'individuo dipendente tende a perdere la capacità di controllo su una sua abitudine, rendendola esasperata, pertanto si arriva a considerare la dipendenza come una malattia e viene concepita come una patologia cronica del cervello. Solitamente questo termine viene, in modo sottinteso, utilizzato e riservato per l'uso sconsiderato delle sostanze stupefacenti, oppure il gioco d'azzardo, le sigarette, l’alcol.  Tuttavia, con il mutare delle epoche e quindi delle abitudini, nascono nuove dipendenze quali quella da internet, che sta emergendo e preoccupando tanti, o ancora di più, anche la più discussa del momento, che è quella da cibo. Infatti può capitare a tutti di desiderare fortemente un determinato