Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2021

CI SONO ANCORA DISCRIMINAZIONI CONTRO LGBTQ?

Immagine
  Vengono ancora denunciati dati sulla discriminazione di genere nei confronti dei lavoratori che si dichiarano  LGBTQ+.  Negli Stati Uniti d’America, negli anni ottanta, è nato il movimento LGBTQ con la volontà di esprimere quel pensiero politico che contesta la logica etero e binaria secondo la quale i sessi esistenti sono soltanto due. Evidentemente ce ne sono di più.  Da qui il transgenderismo che è da considerarsi come un movimento politico/culturale che propone una visione dei sessi e dei generi fluida e che rivendica il diritto di ogni persona di situarsi in qualsiasi posizione intermedia fra gli estremi di maschio o femmina stereotipati, senza per questo dover subire discriminazione. Infatti pare che oggi essere maschi o femmine sia soltanto un estremismo. Ne sono passati di anni dalla nascita di quel movimento, e tutto ora, bene o male, sembra normale. Eppure c’è uno lo studio, pubblicato dal Williams Institute, che ha rivelato un dato inaspettato, ovvero che non pochi lavorat

LA FECONDAZIONE ASSISTITA. PREGIUDIZI

Immagine
  Una coppia di amici, non sposata, ha rivelato a me e altri amici, di aver provato per parecchio tempo ad avere un figlio in modo naturale e di aver cercato una gravidanza da cinque anni, sottolineando che orami il tempo trascorreva. Tutti i risultati degli esami del sangue erano contrari, solo la fecondazione poteva regalare qualche vaga speranza.  Ci sono riusciti e si sono confidati, forse, in caso contrario non l'avrebbero mai fatto. Alla proposta della fecondazione assistita hanno accettato e dopo qualche mese di prova lei è rimasta incinta. A primo impatto l’idea della fecondazione non piaceva a nessuno dei due ed entrambi sapevano che sarebbe stato un lungo e difficile cammino. Nella stessa sera con serenità i due compagni di vita hanno confidato il tutto premettendo che lei era incinta, ma solo perché aveva scoperto che per realizzare il loro desiderio genitoriale, avrebbero dovuto ricorrere alla procreazione medicalmente assistita. Qualche sera fa ne hanno parlato con gio