Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2020

CON LA PAZIENZA LE COSE BELLE ACCADONO

Immagine
  Chi di speranza vive disperato muore è uno di quei proverbi che non mi è mai piaciuto, seppure ha una sua logica. Preferisco pensare che la pazienza è una grande virtù, quella qualità di chi è capace di accettare gli imprevisti, i contrattempi, le difficoltà e la sofferenza, per andare avanti con animo sereno. Certo è terribile vivere con l’incertezza di non sapere quando avverrà ciò che tanto si aspetta, ma non bisogna stancarsi di aspettare perché la meritata ricompensa prima di arrivare, attende sempre che voi l’aspettiate. La pazienza è l’aspettativa calma, una sorta di pausa dei desideri che oggi non è uno dei punti di forza della società moderna, che al contrario, mostra sempre insoddisfazione e insofferenza. Ma proprio l’impazienza impedisce di godere di ciò che si ha, avendo sempre i pensieri fissi sul futuro e su ciò che non si ha. La pazienza non ci fa abbandonare ai sensi, bensì ci fa sbattere contro l’angoscia. Le persone pazienti invece sono capaci di godersi il momento,

ESISTONO LE COINCIDENZE OPPURE NO

Immagine
  Le coincidenze forse non esistono o per lo meno io non credo tanto in loro. Sembra che confermino la legge del desiderio secondo cui se si ha in mente un pensiero fisso, un desiderio o un bisogno, tutto ciò in qualche modo attrarrà le soluzioni. E’ come se gli eventi di tale natura ci portino proprio ciò di cui abbiamo bisogno, nel momento esatto.  Secondo il vocabolario il termine coincidenza (termine derivato da «con» e dal latino «incidere», «cadere insieme») fa riferimento a un fatto accidentale e casuale, oltre ad essere a congiunzione di un evento ad altri, cioè che deve avvenire in maniera accidentale e inaspettata.  Un incontro casuale che sfocia in un grande amore, una serie di circostanze che ti portano a prendere una decisione, un indizio fortunoso che dà lo slancio al lavoro. Come se per incanto qualcuno avesse a cuore i nostri interessi e facesse in modo che compiano in modi che noi non ci saremmo mai sognati, però, sia ben chiaro, nulla di tutto ciò è dovuto al fato.

IL PRIMO NATALE

Immagine
  Il Natale è una festa cristiana, la festa più popolare del mondo, che celebra la nascita di Gesù. E’ una festa commemorata anche dai non Cristiani. Io ho sempre festeggiato il natale, pensando che il racconto comune corrispondesse grosso alla verità, quello che poi tutti rappresentano con il presepe.  Solo dopo aver visto il film interpretato da Ficarra e Picone intitolato “Il primo Natale”, ho fatto altre riflessioni e dopo qualche ricerca, stimolata soprattutto dopo l’ultima battuta pronunciata nel film verso gli interpreti, ho trovato delle sorprese. Secondo la tradizione la natività è avvenuta il 25 dicembre, però non tutti festeggiano il Natale la stessa data. I cristiani ortodossi in Armenia, per esempio, celebrano il Natale il 6 gennaio, ovvero nel giorno del battesimo di Gesù, come era antica tradizione, mentre gli ortodossi in Russia ed Etiopia il 7 gennaio. Il Vangelo non fornisce date certe e la consuetudine di celebrare la nascita di Cristo il 25 dicembre risale al 221, q

COME ESSERE LIBERI ATTRAVERSO LA VERITA’

Immagine
Che cosa significa essere liberi, non è facile da dire e non è neanche tanto scontato. Molti credono erroneamente di non essere liberi. Un uomo che ho conosciuto mi diceva sempre che, dice sempre la verità è un uomo libero. Ma anche dire sempre la verità non è così semplice. Ritengo che la verità assoluta non esiste perché infondo ognuno ne ha una tutta sua, quindi forse la verità non può dare certezze assolute ma forse può effettivamente rendere liberi.  A tutti capita di fare cose differenti, a volte ci si sente orgogliosi di per come ci comportiamo a volte invece capita di sentirsi delusi delle cose fatte, cose che proprio non vorremmo aver fatto mai. Spesso agiamo in modo diverso in conseguenza di vari fattori e a seconda che ci troviamo a lavoro, o con amici, o a casa. Le nostre abitudini, i ricordi e i condizionamenti passati scatenano determinati comportamenti a seconda delle situazioni che ci troviamo a vivere. Però se ci si comporta in nome della verità può accadere che le c

OGNI MATTINA DI ALDA MERINI

Immagine
OGNI MATTINA Ogni mattina il mio stelo vorrebbe levarsi nel vento soffiato ebrietudine di vita, ma qualcosa lo tiene a terra, una lunga pesante catena d’angoscia che non si dissolve. allora mi alzo dal letto e cerco un riquadro di vento e trovo uno scacco di sole entro il quale poggio i piedi nudi. di questa grazia segreta dopo non avrò memoria perché anche la malattia ha un senso una dismisura, un passo, anche la malattia è matrice di vita. ecco, sto qui in ginocchio aspettando che un angelo mi sfiori leggermente con grazia, e intanto accarezzo i miei piedi pallidi con le dita vogliose d’amore.   Per tutti coloro che si accingono a leggere i versi della poetessa posso dire che Alda Merini è stata, oltre una poetessa famosa, una delle donne più brillanti del secolo appena trascorso . Con le sue origini milanesi ha avuto una vita non molto facile, anzi piuttosto articolata, caratterizzata da tante opere importanti e quattro figlie. Spesso ricoverata in ospedale per disturbi bipola