Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta ANIMALI

STRAPPATO ALLA VITA. RECENSIONE

Immagine
Link Amazon://amzn.to/3RFFJ3s Strappato alla vita è uno straordinario e ficcante romanzo, partorito da fatti realmente accaduti nella provincia di Bari nell'inverno dell'anno 2015, pregno di tutti i nodi, familiari e personali, irrisolti. L'incipit, che racconta la una storia di un ragazzo che si allontana dalla famiglia in cerca della vita, tra tradimenti, passioni, errori, omosessualità. La tragedia è l'incontro con un uomo che punta tutto alla realizzazione di forti somme di denaro anche a costo della vita dell’essere umano. Il macchinatore un lupo, famelico e violento in cerca di potere. Amore e abbandono, morte e autodistruzione. Una donna sola ha un incontro con un uomo un’unica volta. Da quella breve serata clandestina nasce un bambino che crescerà con l’aiuto della nonna. Dopo i primi anni di adolescenza Toni decide di allontanarsi dalla madre per affrontare la vita, camminando da solo tra i suoi sogni. La storia di un visionario che incontra due sorelle, con

ODE AL CANE, POESIA DI PABLO NERUDA

Immagine
Ordina le poesie di Pablo Neruda Clicca qui Il giorno 26 agosto si celebra la Giornata mondiale del cane, occasione nella quale ricordiamo la passione del poeta cileno Pablo Neruda per gli amici a quattro zampe. Ode al cane tra le poesie che lui dedicò ai cani è la più celebre dell’anno 1959. Pablo Neruda che ha avuto molti animali piccoli e pelosi li amava lasciarli sciolti, senza guinzaglio né collare, voleva che restassero liberi, senza alcuni aggeggio o volontà umana destinata a controllarli. Famosa è la sua ira di quando fu costretto a recintare la tenuta dell’Isla Negra, poiché non voleva porre limitazioni ai suoi amici a quattro zampe. Infatti a tal proposito scrisse: “Vorrei che tutti continuassero a entrare senza bussare alle porte della mia casa, senza annunciarsi. Come la primavera” ODE AL CANE Il cane mi domanda ed io non rispondo. Salta, corre pei campi e mi domanda senza parlare ed i suoi occhi son due domande umide, due fiamme liquide interroganti ed io non rispon

LE MIGLIORI RAZZE DI CANI DA DIFESA

Immagine
Qualche hanno fa ho deciso di prendere un cane ed ho scelto un pastore tedesco. Molti mi hanno chiesto se io abbia fatto la scelta pensando ad un cane da difesa. In realtà non l’ho scelto per quel motivo, ma in molte occasioni le domanda è stata generata pensando a quale cane come una razza alla quale affidarsi se si vuole scegliere una razza adeguata alla difesa.  Io sono felicissimo del mio cane, è una femmina dolcissima, ma di conseguenza ho fatto una ricerca sull’argomento. In questo post vi presento quello che è stato l’esito della ricerca tra internet e conoscenze dirette con esperti del settore. Ho scelto queste razze di cani da difesa le cui caratteristiche fisiche, di storia e selezione li rendono particolarmente adatti al ruolo di difesa della famiglia. Ma nonostante queste loro preziose doti, sono comunque cani che richiedono una certa esperienza, competenza di gestione e tanto amore seguito da responsabilità. DOBERMANN Il Dobermann è una di quelle razze di cane che sembra c

PARLARE AGLI ANIMALI NON E’ SBAGLIATO

Immagine
A me capita spesso, di vedere sempre più persone che parlano con i propri cani, oppure i gatti o altro, per lo meno con quelli che sono gli animali, considerati più domestici. I proprietari di un animale domestico si ritrovano spesso ad intavolare lunghe conversazioni con i loro amici quadrupedi. Cosa direbbe quell'animale se potesse parlare? Si tratta solitamente di quelli particolarmente innamorati del mondo Pet, anche se molta gente guarda loro con l’occhio storto. Altri considerano questi umani addirittura degli stupidi, e cercando in tutti i modi di farglielo capire, ma tranquilli, perché gli studi più recenti affermano che chi parla con i propri pelosi sono proprio le persone più intelligenti. In effetti esiste la conclamata antropomorfizzazione che è la capacità di parlare con i propri amici a quattro zampe e, quindi, di attribuire caratteristiche umane a oggetti inanimati, animali. In tutto ciò non vi è nulla di strano o preoccupante, si tratta semplicemente del bisogno di

L’ETICA SULL’ALLEVAMETNO DEI POLPI

Immagine
I primi giorni dell’anno nuovo ascoltando il telegiornale,  dopo la conta dei feriti ed incidenti accaduti per i botti di fine anno, ho sentito una notizia che mi ha subito incuriosito. Si parlava del via al primo allevamento di polpi in Europa e mi sono subito chiesto perché lo dicessero al tg, perché l'apertura della prima acquacoltura di polpi in Europa facesse discutere, considerato che ce ne sono così tanti di allevamento di altro genere di animali anche di altri pesci.  Da subito mi sono chiesto perché con le altre specie animali lo accettiamo ed invece ora molti si chiedono se sia etico allevare questi animali considerati emotivi ed intelligenti? Tutto questo mi ha incuriosito e per questo mi sono documentato, in modo da farmi una mia più opinione più corretta. Gli esperti dicono che ci sono molti studi i quali dimostrano che il polpo è un animale molto intelligente decisamente atipico. Messi a confronto, nel regno animale, le teste pensanti condividono due peculiarità, indi

QUANTO TEMPO DEVE DORMIRE IL CANE?

Immagine
A volte vedo il mio cane che dorme molto tempo e non mi sono mai preoccupato per questo, invece ho notato altri proprietari di cani che si sono allarmano in modo significativo a causa dei loro cani per passano molto tempo a dormire. Per capire se fossi io poco attento o gli altri molto apprensivi mi sono voluto documentare. Cosa succede quando il cane dorme?   In merito mi ricordo quel detto che recita “non svegliare il cane che dorme”. I cani hanno generalmente bisogno di più ore di sonno rispetto all’uomo. Il sonno è importante, per tutti e ad ogni età, quindi anche al cane ne serve di tempo da dedicare al sonno. Controllare il sonno del proprio cane e garantirgli un riposo soddisfacente è fondamentale per il suo benessere fisico e mentale. Il sonno dell’animale presenta delle caratteristiche diverse da quelle del sonno umano, per esempio, la percentuale del sonno Rem nel cane occupa solo il 10% del sonno contro il 25% di quello dell’uomo e ciò rende necessario, per il cane, passare

I PIPISTRELLI SONO INSETTICIDI NATURALI

Immagine
Premetto che odio in estate il morso della zanzara. Lo odio anche in inverno, per questo mi sono informato. Ho scoperto personalmente che il pipistrello è il più efficace insetticida esistente. Un sistema naturale più efficace di quelli artificiali spesso inutili. Con l’arrivo dell’estate ogni anno il solito problema delle zanzare ed io lo conosco bene perché vivo in periferia immerso nel verde.   Ad alcuni può pure preoccupare la presenza di un pipistrello che non è facile da ospitare ma è un salva vita. Siamo abituati a vedere il pipistrello come un animale da Halloween, ma in realtà lo possiamo incontrare nei cieli estivi, così ricchi di insetti di cui è ghiotto. In inverno il pipistrello preferisce dormire in un letargo leggero dal quale ogni tanto si sveglia. Poi dopo un lungo riposo, a primavera il suo primo gesto è proprio quello di rifocillarsi, catturando moscerini e le fastidiosissime zanzare che pungono continuamente. Di zanzare ne mangia davvero tantissime! La letteratura,

FARE O NON LA STERILIZZAZIONE

Immagine
Io ho il mio cane, un bel pastore tedesco di sesso femminile e fin da quando l’ho presa, alla mia prima esperienza con un animale, molti mi hanno sempre chiesto se avessi l’intenzione di sterilizzarla. Dicono che per motivi di salute del cane è preferibile farlo. Per questo tipo di intervento ho scoperto che esiste la laparoscopia, che serve per asportare le ovaie della femmina, riduce al minimo il trauma per i tessuti ed inoltre accelera la convalescenza, ma io sono tendenzialmente contrario a tutto ciò. La sterilizzazione consiste nell'asportazione delle ovaie e talvolta viene utilizzato il termine castrazione, sebbene sia un termine più comunemente usato per i cuccioli maschi, con l'effetto della non riproduttività dell'animale.  Il parere comune è che la sterilizzazione di una femmina presenta molti aspetti positivi, ma è importante essere a conoscenza di tutti gli aspetti che ne derivano. Il cucciolo viene sottoposto dal medico veterinario ad un intervento chirurg

QUALE COLLARE SCEGLIERE

Immagine
Il collare per il nostro cane . La vita di noi essere umani si è legata sempre più a quella dei nostri cari animali. La percentuale è in continua crescita, infatti, circa un italiano su quattro possiede un animale di compagnia e naturalmente il cane è quello più scelto. Questi sono i dati forniti da una ricerca dell’Eurispes, seppure le varietà degli animali tenuti in casa sono tantissime, anche quelle impensabili.  Il cane, ed io ne ho uno, è l’animale probabilmente più empatico, che dimostra di essere capace di sentimenti profondi verso l’uomo. Probabilmente il motivo più comune di questa convivenza, uomo cane, è l’amore incondizionato dell'animale nei confronti del proprietario e dei suoi familiari, essere viventi che non giudicano né la personalità né l'aspetto delle persone. Una delle fasi più lieta della loro giornata è senz'altro quella della passeggiata, che è opportuno svolgere in un certo modo per il rispetto di tutti. L’accessorio principe di questa attivit

COSA FARE SE IL CANE MANGIA LE FECI

Immagine
Non è uno spettacolo dolce o piacevole ma può succedere di vedere un cane, anche il proprio, che mangia le feci. Anche un profano capisce che c’è qualcosa che non va, ma di cosa si tratta? Si chiama coprofagia e si riferisce alla tendenza, che alcuni cani hanno, di ingerire le feci, proprie o altrui. Se l’animale ingerisce le proprie feci si parla di autocoprofagia, mentre se mangia gli escrementi di altri cani o animali si parla di allocoprofagia.  La coprofagia, è un problema abbastanza comune, con una incidenza che raggiunge circa il 15% dei cani, e addirittura secondo alcuni studi recenti anche il 23%. Quando il proprietario del cane nota questo comportamento oltre a provare disgusto certamente rimane scioccato e preoccupato e quindi cerca informazioni utili e aiuto per risolvere subito il problema. Il primo aiuto effettivo lo si cerca di solito dal proprio veterinario di fiducia ed è l’atteggiamento più saggio da adottare, oltre quello di cercare informazioni. Un consulto cl

SE IL CANE HA PRURITO

Immagine
Il prurito del nostro animale oltre ad essere un fastidioso sintomo dell’esistenza di un problema dermatologico, può diventare una vera malattia a sé stante, e compromettere di conseguenza, gravemente, la qualità della vita non solo del cane o del gatto ma anche dei loro proprietari. Cerchiamo di dare qualche consiglio su come prevenire o intervenire in prima battuta, tenendo ben presente che è in caso di problemi seri è sempre meglio rivolgersi ad un veterinario competente.  I motivi scatenanti di questo fastidioso problema possono essere diversi, ma non è sempre così grave e chi vive con un animale da un po’ di tempo lo sa. Chi possiede un cane o un gatto ha certamente notato periodi in cui l'animale si gratta maggiormente rispetto alla norma, ma in alcuni casi può rientrare in un comportamento comune. Se le cose invece peggiorano va tenuto presente che certamente il prurito è uno dei fastidi più diffusi nel mondo animale è può provocare problemi agli animali domestici e

COS’È LA FILARIOSI?

Immagine
La filariosi è una malattia veicolata dalle zanzare ed in particolare, secondo recenti studi, è la zanzara tigre la maggiore responsabile della diffusione della malattia. A seconda del parassita veicolato, la filariosi può presentare anche una forma cardiopolmonare. Questa è una malattia che viene trasmessa dalle zanzare, sostenuta dalla filaria (Dirofilaria immitis), un verme così chiamato per la sua forma sottile e allungata ed è abbastanza diffusa, ma per nostra fortuna esiste una prevenzione molto efficace.  La forma più grave è la filariosi cardiopolmonare. La malattia è diffusa soprattutto al Nord, in particolare in tutta la Pianura Padana, nelle zone attorno al Pò e nelle zone lacustri. Purtroppo sono in costante aumento i casi di malattia anche in altre aree geografiche. In tutta la Toscana, nelle zone pianeggianti e costiere della Sardegna e in alcune aree della Sicilia e della Campania. La filariosi cutanea è genericamente diffusa in tutta Italia mentre quella car

QUANTO COSTA UN ANIMALE

Immagine
Oltre che una moda, la presenza di un animale in casa è una vera opportunità di nuova vita. Sinceri, disinteressati e leali per sempre, sono solo alcune delle virtù degli animali, virtù che nessun uomo può trovare in nessun amico, nemmeno in quello più fedele. Ma quanto costa oggi mantenere questo diritto alla convivenza con un animale? Le varie organizzazioni da molto tempo svolgono campagne mirate per ottenere la realizzazione di   un fisco che sia amico degli animali, che certamente avrebbe effetti positivi sulla qualità della vita di tutti i pelosi e sul diritto alla cura degli animali e alla loro adeguata nutrizione. Tutto ciò favorirebbe anche l’adottabilità degli animali, migliori cure e prevenzioni. Sarebbe una grande conquista. In favore degli animali negli anni sono stati compiuti passi importanti. Infatti per coloro che si accaniscono con crudeltà verso di loro è stato previsto ed istituito il reato di maltrattamento, in caso di abbandono è prevista anche la reclusio

PERCHÉ SCEGLIERE UN GATTO CERTOSINO

Immagine
Il gatto Certosino, è un formidabile micio di grosse dimensioni sulle quali origini vi sono opinioni controverse. Secondo alcuni sarebbero comparsi in Europa nel XII secolo, provenienti  dall'area  geografica della Turchia e dell’Iran e della Siria. E’ una delle razze feline più antiche, in quanto, a partire dal XVI secolo, si faceva menzione di gatti blu-grigi che vivevano in Francia, tanto che  nel 1723 Jacques Savary Des Bruslons citò il gatto Certosino nel Dizionario Internazionale del Commercio. Il certosino è stato allevato, in epoca moderna, a partire dagli anni trenta da due signore francesi, le sorelle Léger che iniziarono ad allevare dei gatti blu che erano numerosi a Belle Ile en Mer, un'isola francese dell'Atlantico. Pochi anni dopo la loro gatta Nora fu dichiarata all'esposizione di Parigi, il più bel gatto Certosino del mondo. Nello stesso periodo si è sviluppato un allevamento di gatti blu nella zona del massiccio centrale francese ed erano decisa