SESSO CON AMORE SALUTE SENZA ETA'

sesso età

Non c’è una età precisa in cui si raggiunge il meglio delle prestazioni e non c’è  un’età esatta in cui scrivere la parola fine. Il tutto dipende da molte componenti, sia fisiche che psicologiche, che accompagnano la propria capacità di lasciarsi andare e non essere terrorizzati dagli avvenimenti. Dicono che se un uomo riesce a fare di lena, almeno una rampa di scala, può fare sesso senza problemi a qualsiasi. E per le donne?


Solitamente dopo i 30 anni  si riesce a raggiungere una maggiore soddisfazione e sicurezza nella propria sessualità, dettata anche un po' dalla migliore confidenza acquisita con il proprio corpo. La fiducia nelle proprie capacità permette di trarre maggior appagamento dal rapporto sessuale. Le donne in particolare maturano più consapevolezza in questa fase dell’età e riescono ad essere più fiduciose nella loro potenza sessuale. Questo vale anche per gli uomini che diventano più maturi e anche per loro aumenta la sicurezza sulle proprie doti. I problemi arrivano con il tempo, ma più legati alla coppia ed alla loro relazione, che alle loro capacità sessuali. Uno sforzo va fatto, affinché l’intimità e il sesso non siano messi da parte. In alcuni casi per i single un po' datati ci può essere un momento di grande fermento sessuale che porta alla ricerca e alla novità. Oltretutto, la propria fiducia nella capacità sessuale, porta, spinta energica verso nuove esperienze a verso la fantasia. Molti cercano variegate esperienze sessuali che possono essere fatta sia con nuovi partner che da soli.

anziani amanti sconosciuti

Ma comunque a prescindere dall'età una buona sessualità o una sessualità gratificante e serena è un ingrediente fondamentale per la qualità della vita perché porta sensazioni, emozioni, sentimenti, sogni. Con l’età più adulta il significato del sesso diventa più importante, e seppure si ripete sempre alla stessa maniera, acquista un significato ancora più importante in quanto rispecchia maggiormente il carattere, gli stati d'animo, le fantasie. Anche da grandi il sesso è funzione ludica, in quanto è fatto come gioco, legato al piacere che si prova, attraverso il proprio corpo o il contatto con un altro corpo. Il piacere di stare insieme, di volersi bene, la ricerca di soddisfazione di complicità, di tenerezza reciproca, pensieri, condivisione di valori e perché no, anche progetti futuri.

Ora, è vero che tutto ha un inizio ed una fine. Però, ogni essere umano fa la sua prima esperienza di piacere da neonato, succhiando il latte dal seno materno, cioè una sensazione di piacere corporea e allora perché deve finire prima della morte, il tutto si può trasferire in tutte le esperienze relazionali successive, anche in età adulta. Il benessere sessuale per l'adulto e per la coppia, comporta la capacità di vivere la sessualità in tutti i suoi aspetti da quello biologico a quello affettivo e relazionale. Pensare alla sessualità solo in termini di erezione, penetrazione, orgasmo, rischia di favorire l'ansia da prestazione piuttosto che lo scambio di piacere, ed alza la soglia delle aspettative e abbassa quella delle percezioni del proprio corpo. Ad ogni età l'importante è che ognuno sappia provare piacere così com'è, senza preoccupazioni da doveri da assolvere per sorreggere la propria autostima o per assicurarsi la stima del partner. Bisogna lasciarsi andare al proprio piacere. 


coppia ignoti anziani


Il bello è che, anche dopo una certa età, la vita non smette di fare sorprese. Molte coppie hanno dichiarato di aver trovato addirittura una maggiore intesa sessuale con tempo, rafforzata anche dal fatto che in generale ci sono meno preoccupazioni riguardo ai figli piccoli, al denaro e al lavoro. Così ora ci si può dedicare maggiormente ai propri interessi e sfoghi sessuali. Per la donna l’unico neo è spesso rappresentato dall'arrivo della menopausa. Anche da un punto di vista fisico si possono avere dei piccoli cambiamenti come secchezza vaginale che può ostacolare la sessualità, ma non bisogna darsi per vinti. Per gli uomini invece ci può essere qualche defaillance sessuale ma è da considerarsi del tutto normale a una certa età. Non avvilirsi, ma vivere la cosa come fisiologica e dedicarsi con maggior intensità a carezze e semplici intimità. 

In effetti va dato atto che la rivoluzione sessuale ha già compiuto i suoi primi vent'anni, infatti la pillola blu che favorisce l'erezione per gli uomini, arrivò nelle farmacie italiane già nel 1998. Da quel giorno per i più grandi, anche quelli oltre gli ottant’anni il sesso non è più stato solo un vecchio ricordo o un sogno. Grazie a questa scoperta gli uomini un pò in là con gli anni, a differenza dei loro predecessori, hanno avuto la fortuna di poter continuare a seguire le donne anche quelle più giovani. Dopo il viagra altre due pillole sono state introdotte nel commercio che possono favorire il rapporto sessuale per gli anziani, ma tutto va comunque eseguito sotto un controllo medico. Le percentuali fanno veramente testo perché, anche gli ultra settant’anni si dichiara attiva sessualmente nella percentuale di oltre il 70 % degli uomini. E a quanto dicono parliamo di rapporti anche di qualità, quindi più che soddisfacenti. Certi hanno anche più prestazioni a settimana. Dal punto di vista medico le donne sono quelle favorite perché per loro avere una vita sessuale attiva le protegge dalle ipertensioni, mentre per gli uomini è più pericoloso perché aumenta notevolmente la probabilità di attacco cardiaco, quindi sesso si ma con prudenza. Certi più azzardati hanno addirittura premeditato il tradimento.


Tanto è comunque stato accertato che nelle ere moderne, si può fare sesso anche oltre gli ottant'anni. Infatti oramai anche gli anziani si spingono oltre, per quanto dichiarano. Guardano il porno, formano coppie con compagni più giovani, cambiano idee e parlano con maturità. Si è vero la donna vuole parlare di più, mentre l'uomo ama parlare meno, ma se le cose funzionano e c’è la salute e la gioia, si va avanti fino alla fine.


Commenti

Post popolari in questo blog

LE DONNE. ALDA MERINI

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO