REGALARE UN CANE AL FIGLIO

pastore tedesco ottimo regola per adolescenti


Finalmente un cane in famiglia. Insieme ai mille impegni e cento problemi, ha portato di certo una ventata di freschezza e vitalità. Sono cambiati gli interessi, gli impegni, le amicizie, è cambiato perfino l’umore e gli atteggiamenti degli adolescenti, il tutto con una vena di positività.  

L’adolescenza, con le sue tempeste ormonali e i tentativi di farsi conoscere e di affermare la propria personalità, l’era dei grandi cambiamenti, è certamente una fase problematica dai non pochi ostacoli. In certi casi, diventano inevitabili gli scontri tra loro e i genitori, con le rispettive rivalità, per non parlare delle rivalità che gli adolescenti hanno con gli altri amici, gli insegnati, le istituzioni e tutto il mondo. Secondo il mio parere, un cane, se voluto, è veramente un grande aiuto perché oltre ad essere il migliore amico da tanto altro. Gli esperti, che ne sanno parecchio sull’argomento, affermano, con decisione, che ci sono degli inequivocabili ed innumerevoli benefici.

L’adolescente che si occupa del cane si abitua con lui alle prime regole, ed allo stesso tempo si gratifica della responsabilità. Rispettare i pasti, le passeggiate, le coccole, i giochi gli permette di confrontarsi nella vita con se stessi e con le regole. Scompare un po' quello stato di scontentezza ed inappagamento, perché un cane con il suo scodinzolare festoso ad ogni arrivo in casa, ti fa sentire inevitabilmente importante e soprattutto ben voluto ed accettato per quello che si è, senza essere costretti ad apparire di più. Certe volte, ma solo certe volte, gli adolescenti si sentono capiti profondamente dal loro cane, che percepisce veramente il loro umore e così, loro non dicono più, “NON MI CAPISCE NESSUNO”.

Tantissime ricerche e studi scientifici in campo psicologico avvalorano l’ipotesi che un cane favorisce nei bambini l’integrazione, la responsabilizzazione e la socializzazione perché un animale in casa è in grado di offrire ai bambini tanto affetto e calore. Gli animali aiutano il bambino nella socializzazione perché essi comunicano attraverso i sentimenti, sono diretti nel comportamento, non giudicano e non impongono niente. Danno tanto amore incondizionato se sappiamo porci verso di loro in modo positivo ed equilibrato. I bambini dagli animali in genere imparano il rispetto, la diversità, la tolleranza, diventato responsabili, perché il prendersi cura del suo cane o gatto, passeggiando, giocando, portandolo dal veterinario, nutrendolo gli insegna a creare buone relazioni. La condivisione di vita con un animale in famiglia aiuta anche i grandi ad affrontare insieme argomenti più difficili come la sessualità, la riproduzione, la malattia e la morte.
Un cane sente quando il loro padrone è  nervoso, vuole giocare quando percepisce la loro allegria, fanno le coccole quando lo vedono in solitudine. L’amico a quattro zampe lo avvicina alla famiglia ed alla casa.  
Un cane può essere un filo di unione che unisce di più genitori e figli.

Commenti

Post popolari in questo blog

LE DONNE. ALDA MERINI

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

LA BELLA E LA BESTIA IL SIGNIFICATO