IL RICORDO DI KAHLIL GIBRAN

Immagine
Kahlil Gibran è stato un poeta libanese naturalizzato statunitense, nato a New York l’11 aprile 1931. Visto inizialmente come uno scrittore visionario perché le sue parole erano quelle di un profeta, capaci di forgiare le menti e imprimersi indelebili nelle coscienze.  Dall’indole solitaria e riflessiva, il poeta ha parlato del costante fluire dell’acqua, del ciclo della vita e del movimento degli astri tramutando il simbolismo naturale in una realtà effettiva dalla quale trarre preziosi insegnamenti. Le sue opere furono distribuite ben oltre il suo paese d'origine e i suoi scritti divennero famosi anche perché considerati da molti come "perle di saggezza", nonché punti di riferimento mistici. Il suo libro più celebre è stato “Il profeta” pubblicato nel 1923. Un volume peculiare, unico nel suo genere, composto di ventisei saggi scritti sotto forma di poesia. Gibran, in molti dei suoi componimenti, descrive la realtà e il mondo con termini di riflessioni spirituali. "

LADY GAGA - JOANNE

lady gaga album joanne

Lady Gaga, una popstar da stadio agli arbori radicata nella performance art, oggi alle massime vette del pop internazionale come solo poche donne al mondo. L’unica vera rockstar degli anni 2000, ribelle, provocatoria, esagerata, sopra le righe. La sua carriera fino ad oggi è stata un'opera impareggiabile, partita col botto quasi dieci anni fa con "The fame”.

Ora,  a distanza di tre anni da "Artopop, arriva un album che si chiama come uno dei suoi veri nomi, Joanne. Quando sale sul palco con la sua chitarra acustica è evidente che vuole che Joanne sia visto come il suo album country.
Un po’ atipico per Lady Gaga e chissà se può uscirne incolume senza alienarsi ai suoi stessi fans, dopo questo forte richiamo al country, che non è il suo genere. I pezzi più movimentati, come A-Yo e John Wayne, usano la chitarra al posto dei sintetizzatori e nel secondo pezzo è Josh Homme dei Queens a suonarla. In ballad come Joanne e Million reasons il richiamo al country si fa ancora più forte con l’azzeramento delle percussioni e la voce di Gaga con solo un sottofondo di chitarre.
Ora queste nuove scelte enigmatiche di Lady Gaga dovrebbe essere schiacciate dalla forza impareggiabile della sua voce e vitalità. Eppure le continue incongruenze di questo album lo rendono un’esperienza nuova ed affascinante. Joanne è un album forse troppo audace ma il personaggio Lady Gaga è così e non ci resta che accettarlo per quello che è.

Commenti