IL TEMPO CHE PASSA LASCIA IMPERFEZIONI

Immagine
Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. C'ho messo una vita a farmele! Questa è la celebre frase pronunciata dalla famosa attrice italiana Anna Magnani, frase oggi in controtendenza con il modo di pensare e agire. Gli anni passano per tutti, non risparmiano nessuno, nemmeno gli emblemi della bellezza più celebri.  Questo vale per tutti, eppure, le persone diventano sempre più cattive ed anche loro, soprattutto loro, non risparmiano nessuno, grazie alla complicità del moderno strumento dei social network di cui sono in possesso. A chi non piacerebbe non vedere mai i segni del tempo sul proprio viso? Avere sempre una bella pelle tesa, soda, luminosa, invece questi inevitabili segni, sono l’effetto del tempo, fisiologico meccanismo dell’invecchiamento. Per la maggior parte di noi, invecchiare e vedere i segni lasciati dal tempo che passa, fa paura. Ciò accade perché siamo ancorati ad un ideale utopico di perfezione, rafforzato dalla società e dall’importanza che attri

IL PRIMO PRESIDENTE AMERICANO DI COLORE

barak obama il primo presidente americano di colore

Barack Hussein Obama, 2009-2017, otto anni di presidenza democratica, marcati dal multiculturalismo. Nasce a Honolulu nel 1961 da madre bianca e padre di colore.


Genitori separati ha vissuto alle Hawaii con i nonno materni, i veri punti fermi della sua vita. Dopo la laurea, Obama si stabilì a Chicago a fare l’avvocato in tema di diritti civili e il professore di Diritto costituzionale. Conobbe poi, Michelle sua moglie. 
Rapida carriera politica. Senatore in Illinois dal 1996, viene eletto al Senato di Washington nel 2004, anche grazie allo slogan “Yes we can” che, quattro anni dopo, lo porterà trionfalmente alla Casa Bianca.
Promuove importanti riforme del Lavoro e della Sanità. Durante il suo mandato viene eseguito il blitz che elimina Bin Laden, il disgelo con Cuba, il trattato sul nucleare con l’Iran e i matrimoni gay, che la Corte Suprema, nel 2015, dichiara diritto fondamentale.
Nonostante l'impegno, i capelli tinti di grigio, ed il tempo trascorso come uno degli uomini più potenti al mondo, Obama, ha avuto anche lui il suo insuccesso. Non avere ottenuto dal Congresso una legge efficace per limitare la vendita delle armi.
Dopo di lui l'inaspettata vittoria di Donald Trump alle corsa alla presidenza, che alcuni dicono, non abbia fatto perdere solo la sua rivale Hillary Clinton, ma anche lui il primo presidente di colore che aveva il suo sogno.

Commenti