RIPRENDERSI DA UNA DELUSIONE

la delusione

Pensavo fosse amore invece era un calesse è il titolo di un famoso film del 1991 di Massimo Troisi, e purtroppo non si tratta solo della storia di un film. Chi non ha mai provato una grande delusione e quanti se la tengono pure?  Quanti si sono trovati a dover affrontare una situazione triste? Le delusioni sentimentali sono all'ordine del giorno e quindi bisogna affrontarle nella maniera giusta per superarle al meglio. 


Capita che a volte il partner dimentica la data del tuo compleanno, oppure la data di un anniversario, oppure si sente ancora con l’ex, ma non necessariamente è la fine del mondo e neanche la fine della relazione, però i dati di fatti intravisti possono continuare a provocare tormento, soprattutto tra i più giovani. Certo che proprio in questa fascia d'età i valori base sono venuti un po’ a mancare, e il sentimento d’amore è diventato una delle principali fonti di autostima e quindi uno sgarbo del partner viene preso più sul personale con tanta amarezza e brucia molto. Poi i più giovani sono anche proiettati con il pensiero alla visione del compagno ideale del principe azzurro. Quindi, una singola incomprensione può far sentire che la relazione si sta logorando. Tutte queste domande provocano un po’ di spavento e bisogna prendere atto che forse i sentimenti nel rapporto non sono del tutto bilanciati. C’è da tenere presente che ogni fregatura, grande o piccola che sia, va elaborata. Purtroppo non c’è un modo sicuro per eliminare le delusioni ma si può cercare di fare qualcosa per difendersi. Se si è particolarmente bravi si può perfino trasformarle in un trampolino verso nuove sfide e opportunità. Il segreto sta nel conoscere bene se stessi, non coltivando aspettative improponibili e non smettendo mai di salvaguardare la propria autostima. Si potrebbe immaginare di prevenire al meglio smascherando l'inganno a monte, non accettando mai la dipendenza affettiva e provando ad individuare in anticipo ciò che potrà provocare delusione, ed evitarlo. Sei si riesce a riconoscere prima una delusione si può provare a imparare a gestirla. Questo non significa che si può evitare la delusione, ma è inutile spaventarsi più di tanto. 

Questa consapevolezza aiuta a non considerare la delusione un nostro insuccesso personale, come se ne fossimo responsabili per incapacità. Bisogna tenere i piedi ben saldi sulla terra, nutrendo aspettative realistiche, praticabili ed imparando a conoscersi bene e a conoscere bene l’altro. La conoscenza di se stessi è alla base di un buon rapporto con la realtà e la fattibilità. Difendersi significa saper reagire, e il primo passo consiste nell'alimentare la propria autostima, volendosi bene a sufficienza. Cosi non si evitano, ma, per lo meno si superano tutte le delusioni. Qui di seguito indico una serie di consigli utili che ho trovato e condivido, da poter tener presente quando prima o poi capiterà di imbattersi in una delusione. Non rimuginare su come il tuo partner ti ha ferito, riversa tutto quello che provi, le tue emozioni, su un foglio di carta dove rimane ben impresso. Questo ti aiuterà a elaborare quel che provi e a vedere le cose nella giusta prospettiva. Se il fattaccio è accaduto non c’è bisogno che si rincara la dose continuando a rivivere l’episodio nella mente. Quindi fai tutte quelle cose che ti rendono felice. Molla un po’ sul lavoro, fai una passeggiata magari tornando a casa facendo un giro più lungo. Dedicati a qualunque cosa ti faccia sorridere. Ad esempio, soprattutto per le donne, lo shopping è sempre un’ottima medicina per superare la temporanea tristezza e insoddisfazione. Per quanto bruci nel profondo aver ricevuto una delusione, la prima casa da fare è tirare un bel respiro e prendersi cura di se stessi. Frasi del tipo: “non sono pronto per una relazione, preferisco averti come amica piuttosto che rischiare di perderti in un rapporto sentimentale, non andremmo d’accordo come coppia”, vanno ignorate. Proprio una bella giornata di shopping è senza alcun dubbio il primo passo utile per riassaporare la bellezza di essere liberi ed unici ed è anche l’opportunità di rinnovare il proprio look aprendo la strada a tanti nuovi e interessanti incontri. 

Nel fare le cose che più ti rallegrano chiama rinforzi perché l’unione fa la forza. I tuoi amici e le persone a te più vicine sapranno dare il sostegno che serve, e anche giudicare obiettivamente se le malefatte del tuo partner siano così irrisori da poterci passare sopra, oppure sia un serio campanello d’allarme da valutare con attenzione. Confidati di persona non sui social. Anche una vacanza o una tranquilla pausa in una SPA, può fare la sua parte. Sorridere, brindare, mostrarsi felice e indifferente alla faccia di chi vi ha deluso. Passa un fine settimana dai tuoi genitori, nonni, fratelli, cugini, parenti o chiunque altro rappresenti una figura importante nella tua vita  e lascia che si prendano cura di te, così come facevano quando stavi male da piccolo. Permetterti di essere vulnerabile può essere essenziale per la tua ripresa. Ad un certo punto è necessario prendere atto di quanto è oramai inevitabile. Quando la delusione è diventata intrattabile è anche ora di rimboccarsi le maniche per tirarsi su. Anche se è appropriato sfogarsi con qualcuno, va messo un freno ad un certo punto, perché dargli troppo spazio significa fomentare la delusione e tutto ciò che essa concerne. Delle volte le vite delle persone si separano più o meno bruscamente e forse questo fa parte della storia del genere umano. Ciò non vuol dire che non si possano intraprendere delle relazioni sane e durature. Pensare il contrario ci fa incorrere nel rischio di diventare totalmente diffidenti creando distanze inutili, anche con chi potremmo trovare serenità.

Tante relazioni, come tutto quanto del resto, hanno un inizio ed una fine. E se questa fine dovessimo viverla è perché vuol dire così doveva essere. I motivi sono tanti, se dovuti ad una delusione forse è perché in fin dei conti una crepa nel rapporto doveva esserci o perché gli eventi della vita possono portare a questo. Anche se ogni tipo di delusione fa male, è vitale guardare al futuro per non rimanere incastrati nel tempo che oramai è stato. Non bisogna permettere a una delusione di imprigionarvi in una condizione di malessere. E’ l’ora di voltare pagina e vedrete che tutto andrà per il meglio.

Commenti

Post popolari in questo blog

LE DONNE. ALDA MERINI

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO