IL SUCCESSO ARRIVA SE FAI QUELLO CHE TI PIACE

 il successo

Chi non ha mai sentito parlare del famigerato sogno nel cassetto? Quasi tutti ne hanno uno, alcuni lo fanno restare lì dov’è, altri ci credono, ci provano e ci riescono, altri ancora ci tentano senza fortuna. Eppure quel sogno che tieni chiuso nel cassetto da una vita si può realizzare, questa è una buona notizia. Anche tutte le persone che nella loro vita hanno avuto successo, nelle varie interviste rilasciate hanno dichiarato di avere vissuto prima periodi difficili pieni di delusioni, prima di raggiungere il successo, tanto che avevano perso ogni speranza. 


Poi all’impressivo qualcosa è cambiato. Quindi tutto può diventare possibile. Il primo passo da compiere è probabilmente quello di trovare il giusto coraggio per affrontare la situazione di petto. E’ necessario avere la stima adeguata di se stessi e bisogna anche ricordarsi sempre, che tutto diventa possibile se ci vogliamo bene veramente. Tutti possono provare situazioni di disagio, questo è normale, avere dubbi e incertezze è umano, l’importante è imparare a gestire il peso emotivo del cambiamento e mantenere la determinazione necessaria. Di solito siamo terrorizzati dall’idea di fallire, dimenticandoci che è inevitabile. All’inizio il fallimento è quasi la regola. Però è necessario per aggiustare rapidamente il tiro, per capire in seguito come superare gli ostacoli preparandosi a superare tutti i problemi successivi. Una strategia corretta è provare a vedere il fallimento come un elemento necessario, anzi, una componente del successo. Chiunque può vivere momenti di dubbio ed in ogni tipo di situazione, però, comunque se c’è da prendere una decisione è giusto lanciarsi senza troppe preoccupazioni. Spesso siamo immersi nelle nostra attività principali, cresciuti in un clima di obblighi e doveri dove dobbiamo cercare di essere bravi a tutti i costi. Investiamo troppo sul dovere e poco sul piacere, senza trovare lo spazio per provare a sfidare noi stessi. Perché perdere senza provarci? E' difficile ottenere quello che si vuole ma non impossibile. Un po’ come per le relazioni di coppia, noi di solito abbiamo paura del cambiamento, abbiamo paura di sbagliare e di non poter tornare indietro, abbiamo paura di perderci, di lasciare quelle abitudini grigie che però ci rassicurano. 

Però i casi della vita sono molto strani, infatti uno può essere d’accordo con le mie parole e cercare di contraddirle, ma alla fine non sempre le cose vanno come pensiamo debbano andare. Nessuno infatti può essere in grado di spiegare il perché persone con tutte le qualifiche in un determinato ambito falliscono, mentre persone senza alcuna apparente chance raggiungono un successo inaspettato. Il fatto stesso che il successo sia raggiunto da una minoranza esigua di persone ci fa capire come non possa essere realizzato seguendo momentanei istinti individuali. A volte chi ha un vero scopo, un grande obiettivo riesce a rimandare il piacere immediato per ottenere i propri obiettivi lontani, mentre chi non lo riesce a rimandare ottiene subito il piacere immediato e si accontenta senza andare oltre. Solitamente le persone trovano più semplice adattarsi ad una vita che non desiderano piuttosto che fare ciò che è necessario per ottenere una vita che vorrebbero, ma dove devono sacrificarsi molto, senza avere la certezza di realizzarlo. Secondo la scrittrice Filomena Pucci alle donne soprattutto servono maggior coraggio ed una strategia mirata. A una donna che vuole far fruttare la sua passione consigliai di tenersi il posto che ha, anche se non ne può più, e darsi tempo un anno, o se serve due, per studiare, preparare, costruire dal punto di vista pratico il suo sogno. 

L’autrice si è fatta delle domande su come facevano le altre, quelle che riuscivano a essere felici con il loro lavoro? Cosa dovevano fare più che investire tutto su se stesse, ogni giorno, nella loro passione? E come poter trasformare il tutto in un guadagno? Su queste domande Filomena Pucci si è espressa per dimostrare che fare ciò che ti piace non solo è possibile, ma è anche la scelta migliore da compiere per essere pienamente se stessi e vivere bene. Il suo racconto, e i suo consigli e per imparare a fidarsi di ciò che si sente. Lo dice nel suo libro che si intitola “Quello che ti piace fare è ciò che sai fare meglio” (Fabbri). La sua ispirazione sono state figure femminili che hanno saputo creare un’impresa a partire da un grande sogno che si portavano dentro.


pucci

I CONCETTI PRINCIPALI

Il primo indizio è: tu conosci il tuo piacere da sempre. All’inizio di ogni percorso c’è la ricerca interiore. Pensaci: quello che ti piace è ciò che sai fare meglio da sempre, è il tuo talento: qualcosa che ti dà soddisfazione e energia. Se non lo vedi subito non significa che non esiste.
Per realizzare i propri desideri serve prima di tutto costanza Fare ciò che ti piace non significa oziare. Devi impegnarti con continuità per trasformare il tuo sogno in realtà. E prendertene cura. Frequentalo, come un caro amico. Alimenta il tuo fuoco, ogni giorno.
Non ti intimorire per un “no”, creatività è trovare la strada Per cambiare bisogna procedere per tentativi. È normale sbagliare e devi esercitare la pazienza: la strada che porta al tuo sogno la devi aprire tu, nessuno l’ha già percorsa, quindi non può dirti cosa è giusto o sbagliato.
Essere te stessa è un compito che dipende solo da te Con il tuo talento puoi cambiare la tua vita e, magari, un pezzo di mondo. Dipende tutto da te. E dalle responsabilità che sei capace di prenderti.
Mostrare le nostre fragilità ci libera dal rischio di romperci Oltre alle qualità, impara ad accogliere le tue vulnerabilità, coccolale. Il limite è un’opportunità di crescita, uno stimolo a migliorarti. 
La tua nuova vita non cancella il passato, lo valorizza Cambiare può far paura perché temi di annullare con un colpo di spugna la tua storia. Ma quello che già hai è prezioso. E la rivoluzione si basa sulla continuità. Gioie e delusioni, successi e fallimenti: nessuna esperienza si mostrerà inutile. 

Link:

Commenti

  1. Io faccio quello che devo per vivere, inoltre cerco di fare bene quello che mi piacerebbe fare, ma in entrambi i casi non ho successo. Non mi arrendo perché penso che sia sempre giusto sognare e non mollare. Poi quello che verrà sarà. Probabilmente il successo non è sempre di chi lo merita.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO