NON MOLLARE MAI. PROMETTO DI SBAGLIARE

non mollare

Sbagliare è umano e la perfezione appartiene solo a Dio. Queste sono due grandi verità che possono infondere in tutti noi, la fiducia per affrontare anche quello che sembra impossibile. Nella vita di tutti le pesone, anche le vite più intense, vi sono sempre rimpianti per non essere riusciti a fare un qualcosa che si sarebbe potutotentare, il cui finale non lo potrà raccontare nessuno.  

Fino a quando siamo vivi abbiamo l’obbligo di andare avanti e credere in quello che volgiamo, sognare di riuscire a raggiungere un obiettivo, perché nella vita non è mai troppo tardi per niente. Finché c’è vita c’è speranza, ed è vero. A volte forse le cose arrivano “tardi”, solo perché, probabilmente, quello è il momento più giusto. Puoi avere cent’anni e non aver mai scritto niente prima per paura di fallire. Poi potrebbe accadere di scrivere il best-seller della tua vita. E’ vero che le probabilità matematiche ti vanno contro, probabilmente sarà un fallimento, ma non è detto che tu non ci riesca. Non bisogna molare mai. Questo concetto vale non solo per le proprie attitudini, per i propri successi, delle proprie cose da realizzare, penso che vale in tutto, anche nei rapporti con le persone, negli amori ritenuti impossibili e tutto il resto. Infondo, qualcuno diceva che i sogni aiutano a vivere meglio. Quindi tutto sommato, sognare, per lo meno è positivo. Tanto, d’altra parte, dobbiamo pensare che anche ciò che abbiamo, non è detto che sarà nostro per sempre, quindi anche ciò non è nostro un giorno potrebbe diventarlo. Puoi aver un amore importante e poi smettere di averlo, puoi avere un affetto che può venire a mancare in qualsiasi momento, puoi aver un successo di qualsiasi tipo e poi ritrovarti a dormire per strada. La vita di tutti non è astrattezza a sè, dietro le nostre vite ve ne sono innestate altre di altre persone, così come la nostra è impiantata in quelle degli altri.


PROMETTO DI SBAGLIARE DI PEDRO CHAGAS FREITAS
"Prometto di sbagliare" è un libro che è diventato da subito fenomeno editoriale. Venduto in tutto il mondo e ha conquistato la vetta di tutte le classifiche dei best-seller. Tantissimi i commenti sul libro che parla di amore che conquista, stordisce, ci fa sentire eterni oppure al contrario inermi o addirittura morti. Si perché il potere più grande dell’amore è quello di farci sentire liberi.
Dentro sono comprese tante storie di amori diversi con tutte le sue imperfezioni. Ogni storia dura due o tre pagine, a volte anche solo una, una finestra aperta sulle vite delle tante persone piene di amore. Si parla di storie di persone tradite, di traditori, di amori vuoti. L’amore per il proprio figlio e per la vita in genere, con tutti i suoi rimpianti e rimorsi. C’è chi sbaglia continuamente per poi tormentarsi per sempre. In pratica c’è tanta realtà.

TRAMA DEL LIBRO
Il locale è affollato e rumoroso. L’uomo è seduto vicino alla finestra e guarda il cielo grigio, annoiato come ogni lunedì mattina. Improvvisamente si volta e lei è lì, di fronte a lui. Gli occhi carichi di stupore e l’imbarazzo tradito dal tremito della dita che afferrano la borsa. Sono passati anni dall’ultima volta che l’ha vista, il giorno in cui l’ha lasciata. Senza una spiegazione, senza un perché, se n’è andato spezzandole il cuore. Da allora, lei si è rifatta una vita, e anche lui. Eppure solo ora si rende conto di non avere smesso di amarla neanche per un secondo. Per questo, quando lei cerca di fuggire da lui, troppo sconvolta dalle emozioni che la percuotono, l’uomo decide di fermarla. E nel loro abbraccio, in mezzo ai passanti, prometterle di tentare, agire, cadere, sbagliare di nuovo. Amarla. Davvero e per sempre. Questa sembrerebbe la fine, ma non è che l’inizio della loro storia. Perché ogni loro gesto, ogni lettera che si scrivono, ogni persona che incontrano, ha un universo da raccontare. E l’amore è il filo rosso che lega tutto. Quante volte ci siamo chiesti com’era l’amore da cui siamo nati? Come si è sentito nostro padre la prima volta che ci ha tenuto in braccio? L’emozione più grande è quella di ritrovare quello che si è perso e amarlo di nuovo, come se fosse la prima volta.

CONCLUSIONE
In effetti, ci sono momenti in cui ci rendiamo conto di essere stanchi e vorremmo arrenderci, mollare i nostri obiettivi, ma penso che sono proprio quellii momenti in cui dobbiamo fare la differenza. Tutti possono avere paura, soprattutto se si tratta di dover scegliere di fare passi importanti. Paura di non riuscire a realizzare quello che ci siamo prefissati e di fare brutte figure con chi ci sta vicino, oppure paura di ascoltare le parole di chi ci aveva avvisati con un “te lo avevo detto”, però intanto non bisogna mollare.
Ora ogni cosa può essere vista da un’altra prospettiva. L’amore per la vita, quello vero, può farvi calare nei panni altrui, cercando di farvi capire chi sta sbagliando e che anche quando si sbaglia, non necessariamente bisogna colpevolizzare per forse chi sbaglia non sempre ha torto. Bisogna comprendere. 
Qualsiasi orizzonte guardate non dovete pensare che è impossibile. Tutto può accadere. 

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO