COME SCEGLIERE SE COMPRARE O ADOTTARE UN CANE

SCEGLIERE

Le nostre case sono tornate ad essere nuovamente popolate dagli animali. Così come un tempo lo era per necessità, oggi lo è diventato per passione.  La percentuale è diventata veramente molto alta, infatti, circa un italiano su quattro possiede un animale di compagnia e naturalmente il cane è quello più scelto. Questi sono i dati forniti da una ricerca dell’Eurispes, seppure le varietà degli animali tenuti in casa sono tantissime. Il cane, e io ne ho uno, è l’animale probabilmente più empatico, che dimostra di essere capace di capire quello che veramente l'uomo prova e di stargli vicino.

Quando ho preso un  cane ho ricevuto molti consigli, chi mi diceva di comprarne uno di razza, chi mi spingeva ad adottarne uno più sfortunato. Oltre questo dilemma vi era poi l’eventuale scelta della razza. Il tutto non è stato semplice.

I MOTIVI PIU' COMUNI
  • l'amore incondizionato dell'animale nei confronti del proprietario e dei suoi familiari; 
  • non giudicano né la personalità né l'aspetto delle persone; 
  • sono compagni fedeli e possono trasformarsi nei nostri migliori amici; 
  • sono sempre allegri e ci contagiano con il loro buonumore; 
  • i benefici per la salute che implicano le passeggiate e le attenzioni prestate al cane; 
  • aiutano a rafforzare il sistema immunitario dei bambini e riducono la possibilità di sviluppare allergie; 
  • sono giocherelloni, divertenti e di compagnia; 
  • migliorano l'autostima dei proprietari, soprattutto nel caso di bambini e di persone che vivono da sole; 
  • accarezzando e abbracciando un animale, si riduce il livello di stress. 
LE RAZZE PRESE IN CONSIDERAZIONE PRIMA DI SCEGLIERE



ALCUNI CONSIGLI
Innanzi tutto, bisogna chiedersi perché voglio e veramente voglio un cane? Che cosa mi aspetto dal mio futuro cane? Sarò in grado di prendermi cura del mio animale? Queste domande servono ad  aumentare la consapevolezza e ad evitare che si facciano scelte sbagliate ,dettate dalla momentanea emotività.  Non buttatevi giù a capofitto, seguendo solo il vostro istinto, ma accompagnatelo da una guida capace di poter dare dei consigli validi, che vi posso aiutare a individuare l’animale in base alla vita che conducete. Al canile si ricevono poche informazioni sul temperamento del cane, perché, può essere un randagio o lasciato lì da una famiglia che ha deciso di darlo senza un vero perché.  Prima dell’adozione definitiva, si può seguire l’animale nel weekend per qualche settimana. 

SE SI ACQUISTA
Se decidete di compare un cane di razza, cercate sempre di capire la vera provenienza, magari prendendolo dalla madre e controllando l’eventuale documentazione dove è possibile. Si è più volte visto in tantissime trasmissioni come “Striscia la notizia”, che esiste un traffico dei cuccioli dall'estero, con cani di poche settimane costretti a lunghi trasferimenti che spesso diventano fragili o malati e molti muoiono durante il viaggio. Per questo motivo è fondamentale rivolgersi a un allevamento sicuro, meglio se di piccole e medie dimensioni, possibilmente da visitare. Se possibile controllate il pedigree dell’animale ed  informatevi sull'identità dei genitori. Se non è chiaro l’allevamento di provenienza, evitate di acquistare cani nei negozi, o peggio ancora nelle fiere, dove i venditori diventano irrintracciabili. Guardate i sempre i libretti sanitari, le vaccinazioni fatte. Non prendete un cucciolo prima che abbia raggiunto l’età di almeno due mesi, potrebbe comportare problemi di stabilità del cane. Se in famiglia ci sono bambini è meglio scegliere cani di piccola taglia o di ottima indole, perché i bimbi possono avere atteggiamenti che stimolano gli istinti predatori dell’animale, con il rischio che si verifichino incidenti.
Chi vive da solo può puntare su razze abituate all'indipendenza, come gli husky. Chi ha adolescenti è giusto che punti su di una razza di cani intelligenti ed esuberanti, dal pastore tedesco al border collie. E’ meglio precisare che i cani, più spazio hanno meglio è, ma quello che conta di più, è l’affetto del suo padrone.

SE SI ADOTTA
Ci si può recare in strutture di ricovero per animali o presso allevatori, in negozi di animali e adottando animali che sono stati abbandonati per strada. La maggioranza degli animali domestici che si adottano provengono da un familiare o da un amico che ha deciso di lasciarlo. Un'altra percentuale deriva dagli animali raccolti per strada. Le motivazioni principali alla base dell'adozione di animali da una struttura di ricovero comprendono il desiderio di salvare una vita, la ricerca di un compagno speciale e il desiderio di ridurre il numero di animali randagi sacrificati. Bisogna comunque sempre ricordare che prendere un cane vuol dire impegno e bisogna comunque sempre commisurare i bisogni dell’animale che si vuole adottare, con le disponibilità che si hanno. Un giardino grande e una cuccia calda non  è tutto quello che può desiderare un animale, che invece starà lì in un punto ad aspettarci. Il cane è un animale sociale e vuole stare con il suo padroneOltre al canile di zona, potete cercare a valide associazioni di volontariato che amano i cani. Inoltre ci sono molti annunci sui siti, oppure sui social, dove volontari segnalano e cercano di piazzare anche cuccioli o trovatelli in cerca di una famiglia.

LA MIA SCELTA
Lei è stata la mia scelta, si chiama Zoe, è femmina. E' un qualcosa di unico che non si può descrivere.

PASTORE
ZOE

SITI AFFIDABILI
www.mysocialpet.it.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO