MADRES PARALELAS SECONDO ME

Immagine
  Il 30 ottobre scorso mi sono ritrovato seduto al cinema con degli amici che avevano acquistato 8 biglietti per un film. I programmi sul film da vedere erano ben definiti, ma la sorpresa l’ho realizzata subito. A pellicola già iniziata da qualche minuto ho capito immediatamente che le scene in programmazione non potevano essere quelle che mi aspettavo. Sullo schermo il volto di Penélope Cruz gravida. Ho chiesto cosa stessimo vedendo ma nessuno ricordava il titolo. Solo dopo essermi goduto la storia ho appreso di aver visto “Madres paralelas” di Pedro Almodovar con Penélope Cruz.  Qualcuno ha lamentato di essersi annoiato, invece a me è piaciuto. La storia di Janis e Ana, due donne diverse in tutto, che dividono la stanza dell'ospedale dove entrambe stanno per partorire. Il tutto per raccontare quanto si intrecciano le storie comuni di ognuno di noi con quello che ci accade intorno, in una prospettiva globale molto più ampia. Tanti fatti, errori, scambi e sospetti per trasmettere

STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI

bambine ribelli


Il libro racchiude molto di più che una o più. Scritto da donne, che hanno raccontato le storie di altre donne, decisamente straordinarie, fuori dalle righe. Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno deciso insieme di intraprendere questo progetto nel quale raccontare le donne indipendenti, perni della storia, che con le loro azioni hanno compiuto cose eccezionali in grado di ispirare, far ricredere e sognare tutti quelli che pensano di essere fuori dal comune.

A leggere già le prime pagine si rimane ammaliati da "Storie della buonanotte per bambine ribelli", perché racchiude le storie di tante donne in lotta, che hanno sgomitato nella loro vita, scegliendo la strada più difficile pur di realizzare i propri sogni, che altri ritenevano irraggiungibili. Storie di donne inarrestabili, che hanno lottato contro i pregiudizi e gli stereotipi della vita come hanno fatto Rita Levi Montalcini, Jane Austen,  Michelle Obama, Maria Montessori,  Marie Curie. Figure d'ispirazione vera, al femminile, in questa sequenza di racconti brevi, ma importanti e forti, tanto da riuscire a riempire il cuore e la mente.

Ci sono dentro le vite di scienziate, ballerine, scrittrici, cantanti, sportive, politiche, raccontate si, sotto forma di fiaba, ma dal contenuto poderoso. E come per le puntate delle buone fiction, una storia tira l’altra, non ne basta una per sera. Si può solo rimanere catturati dalle vittorie ottenute da queste donne che non si sono arrese, hanno lottato contro i mille ostacoli ed hanno raggiunto la loro meta.

I significati di queste storie, non sono solo nelle loro vite, ma riportano a tanti altri significati, come quello della diversità, della paura, della sfida, della fiducia in se stessi e molti altri ancora, che ognuno può trovare e riscoprire in queste letture.

Commenti

Post popolari in questo blog

I SETTE VIZI CAPITALI

REALIZZARE UN VELENO

LE DONNE. ALDA MERINI

LA CATEGORIA DEI TROMBAMICI O SCOPAMICI