COME ESSERE LIBERI ATTRAVERSO LA VERITA’

liberi

Che cosa significa essere liberi, non è facile da dire e non è neanche tanto scontato. Molti credono erroneamente di non essere liberi. Un uomo che ho conosciuto mi diceva sempre che, dice sempre la verità è un uomo libero. Ma anche dire sempre la verità non è così semplice. Ritengo che la verità assoluta non esiste perché infondo ognuno ne ha una tutta sua, quindi forse la verità non può dare certezze assolute ma forse può effettivamente rendere liberi. 

A tutti capita di fare cose differenti, a volte ci si sente orgogliosi di per come ci comportiamo a volte invece capita di sentirsi delusi delle cose fatte, cose che proprio non vorremmo aver fatto mai. Spesso agiamo in modo diverso in conseguenza di vari fattori e a seconda che ci troviamo a lavoro, o con amici, o a casa. Le nostre abitudini, i ricordi e i condizionamenti passati scatenano determinati comportamenti a seconda delle situazioni che ci troviamo a vivere. Però se ci si comporta in nome della verità può accadere che le cosa vadano meglio, questo può rendere liberi tutti tanto da farli sentire con la coscienza apposto. L’essere umano tende ad accusare e additare in nome della verità e commette, così come ha commesso, i peggiori crimini contro l’umanità stessa. Eppure hanno sbagliato. Ho pensato un attimo a tutti gli uomini e donne accusati di credo ingiusti, bruciati al rogo, picchiati, sterminati a tutti coloro che commisero il peccato di pensarla diversamente dalle epoche. Quindi come stabilire la verità? 

Il complesso concetto delle verità vuole una esatta conformità o coerenza ad una realtà obiettiva, ovvero ciò che è vero in senso assoluto. Nella storia filosofica la verità è stata concepita sia in una prospettiva di fede in ciò in cui si crede, sia in una verità connessa al discorso umano. La verità è considerata come una proprietà intrinseca dell’essere oppure come concetto di verità come è stato variamente elaborato. Comunque sia ritengo che la verità conduce sempre alla libertà. Tutti vorrebbero essere liberi, sinceri, amati, vivere in un mondo corretto e giusto. Molti potrebbero immaginare che essere libero voglia dire non dover obbedire a un capo, non rispondere a nessuno, non avere obblighi verso qualcuno, non vivere ai ritmi di una sveglia e tutte quelle cose per cui ci sentiamo in dovere di qualcosa. Penso che la verità è che la libertà di ognuno di noi risiede in se stessi, è uno stato mentale, infatti molti si sentono assolutamente liberi, seppure devono lavorare ogni giorno ed hanno altri mille impegni. Probabilmente la verità rimane tra le cose essenziali per essere liberi, seppure non da certezze. 

La Vita è una forza incontrollabile ed ho imparato che è imprevedibile, non ha bisogno di essere salvata, ne protetta, ma può fare anche molta paura, e non ci fa sentire migliori degli altri. Uomo impaurito dall'incontrollabilità nonché libertà della vita stessa, spreca un mare di energia nella creazione di misure di contenimento e controllo pressoché inutili perché illusori. Tutto si riduce alle nostre intenzioni, ai nostri desideri, e al nostro livello di attaccamento a particolari risultati. Se resistiamo al nostro cuore, di conseguenza resistiamo alla vita, ma se al contrario, lo ascoltiamo, abbracciamo ogni singolo momento che viviamo. La verità non conosce sesso nè età, nè sesso, nè razze, nè altre discriminazioni, la verità può rendere liberi tutti. Non ha bisogno di pregiudizi, accuse e sentenze per legittimare sé stessa, ma indubbiamente le piace essere accolta così com'è. In molti infatti pensano che chi mente, commette peccato non è libero, bensì schiavo di quello stesso peccato. Se la verità aumenta la nostra libertà, il peccato la riduce notevolmente. Mentire è un po' come chiudersi in se stessi da soli, chiudersi in una stanza buia e buttare via la chiave. Alla fine anche il non dire la verità è una scelta, ma seppur è vero da un lato che si tratta di una scelta libera, riduce significativamente la libertà. Forse essere liberi vuol dire solo essere se stessi e per essere se stessi non bisogna mentire. 

Purtroppo a volte si può scegliere di dire la verità mentre altre volte no. Solitamente si mente spontaneamente e con poca consapevolezza, si mente di quello che si sta facendo senza un minimo di sforzo e senza pensarci troppo su. Un dato assurdo è che spesso si mente alle persone che si amano e le motivazioni possono essere tantissime. Capita a tutti, di mentire e cadere nel peccato. La differenza sta nel fatto che alcuni continuano ad andare avanti come nulla fosse, per altri invece si apre un mondo e ci si ritrova davanti ad un dilemma. Le persone hanno un’idea della libertà che non è per niente vicino a quello che dovrebbe essere il concetto vero e proprio. 

CONCLUSIONI

Ascolto a volte discorsi, anche tra persone adulte, che sembrano pronunciati da capricciosi adolescenti. Per molti, quello che ritengono sia la libertà è solo un’idea indotta, che può dipendere in principio anche dall'idea stessa che hanno di libertà. Mentre, probabilmente la libertà che loro intendono, è solo un’aspirazione utopica ed irraggiungibile. Io penso che è meglio ascoltare la verità perché una volta che si inizia ad ascoltarla, il viaggio verso la libertà e verso la piena consapevolezza andrà avanti autonomamente. La verità è ciò che ci rende liberi!


Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

REALIZZARE UN VELENO

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO