IL FREDDO AMICO DELLA BELLEZZA. EFFETTO BREEZE

freddo


Le nuove tendenze e scoperte del momento dicono che se il freddo viene utilizzato nel corretto modo, può rendere la pelle più tonica in modo significativo, il viso rilassato, lo sguardo luminoso e alleggerito dai vari gonfiori e dalle odiose occhiaie. Le gambe diventano più asciutte e leggere e tutto ciò è già ampiamente utilizzato e riscontrato anche dai professionisti dello sport. Molto meglio di una seduta dall'estetista o dell’utilizzo della classica crema più miracolosa. 

Tutti si lamentano sempre del freddo, soprattutto il gentil sesso, lo temiamo e non vediamo l’ora che passi in fretta. Eppure, per gli aspiranti dell’aspetto perfetto, è giusto sapere che secondo gli esperti di salute, vento neve e temperature glaciali rappresentano un vantaggio per la nostra salute e soprattutto per la nostra bellezza. Il tutto senza esagerare perché è vero che il freddo se è veramente gelido diventa un pericolo per salute e comporta rischi di ipotermia e disturbi depressivi stagionali, ma se invece è utilizzato nella giusta quantità il discorso cambia. Tanti sono i benefici del freddo sulla salute e sulla bellezza. Il freddo adeguato conserva la buona funzionalità del film idrolipidico e, di conseguenza, la capacità della pelle di mantenersi idratata e di proteggersi dalle aggressioni esterne, secondo il parere dei dermatologi più affermati. Insomma il freddo gentile, grazie all'effetto della vasocostrizione, dispensa benefici in quantità, migliorando la circolazione venosa e linfatica. Non ci pensiamo mai ma anche la semplice acqua fredda o appena ghiacciata, è una vera alleata per la pelle, perché ha un effetto liftante, tonificante e antigonfiori ed induce ad una sorta di ginnastica vascolare. 

Oltre che sul viso e sulle mani, anche sul seno l’acqua fredda sortisce un effetto rassodante e incentivante per il nutrimento dei tessuti. Solitamente sono le gambe a beneficiare dell’effetto piuma e tonificante dei trattamenti idroterapici freddi che comprendono l’idromassaggio e il pediluvio caldo-freddo, il top dei trattamenti per le gambe nelle Spa termali. Il frigorifero è l’elettrodomestico principe in questi affari e diventa il luogo ideale dove poter conservare ogni tipo di crema e cosmetico che potrebbe deteriorasi se esposto al caldo. I più a rischio sono quelli ricchi d’acqua, che tendono a evaporare e che sono più facilmente contaminabili dai microrganismi. L’effetto frozen stimola la microcircolazione, moltiplicando la radiosità cutanea. Le creme anti cellulite possono sortire meglio l’effetto drenante se applicate dopo essere state conservate in frigorifero per almeno 2-3 ore. Anche le acque spray, concentrati di preziosi principi attivi come sali e altri oligo elementi nel caso di quelle termali, moltiplicano i loro beauty-poteri idroterapici se conservate al freddo. Molto apprezzata dagli atleti, la body cryotherapy o criosauna, da qualche tempo è utilizzata anche a fini estetici ed è tra le pratiche wellness più amate dalle celebrità.

Per ottenere questi risultati con il giusto refrigerio è bene cercare nell'etichetta delle creme per il viso ingredienti rinfrescanti come:
la centella asiatica (Centella Asiatica Extract) che rinforza i capillari e riduce i gonfiori;

CENTELLA
CLICCA QUI


il cipresso (Cipressus sempervirens Extract o Oil), ricco di tannini astringenti;
l’hamamelis (Hamamelis Virginiana) fonte di triterpeni e di flavonoidi antiossidanti, decongestionanti e vasocostrittori. L’hamamelis è un ottimo componente delle creme viso, anche per l’effetto lenitivo e calmante, sempre derivante dai tannini. Abbassa leggermente la temperatura cutanea anche gli estratti di liquirizia (Glycyrrhetinic acid), che contengono sostanze cicatrizzanti, antinfiammatorie e schiarenti, e quelli ad alto potere idratante e lenitivo, come l’aloe vera (Aloe Barbadensis Leaf Juice).
il biossido di titanio, un minerale che è abitualmente utilizzato nelle creme solari come filtro fisico, proprio perché è in grado di assorbire il calore e disperderlo;
gli oli essenziali sono veri protagonisti delle creme corpo effetto ghiacciolo, che si possono usare anche puri. Poche gocce miscelate in un cucchiaio di latte o aggiunti alle creme abituali. Tra le essenze più refrigeranti spiccano la menta piperita, l’eucalipto, il pino, il cipresso, tutti, tra l’altro, perfetti per drenare e stimolare la circolazione sanguigna e linfatica. Freschi sono pure gli oli essenziali di agrumi, come il limone che è anche purificante e illuminante, e il pompelmo, che essendo stimolante e lipolitico aiuta a contrastare i cuscinetti di grasso e la cellulite.

GEL FREDDO
CLICCA QUI


BENEFICI FREDDO
aiuta a bruciare i grassi perché il solo stare al freddo fa aumentare il dispendio energetico. Uno studio del 2012 asserisce che il freddo trasformerebbe il grasso bianco in grasso bruno che è il grasso di cui sono ricchi i neonati, grazie al quale si riscaldano e mantengono la temperatura corporea intorno ai 37°. Solitamente il grasso bruno con il passare degli anni, si riduce notevolmente, ma non scompare del tutto;
migliora l’aspetto di tutto. Solitamente ci si vede più belli e tonici in estate aiutati dalla tintarella, ma non è proprio così. Il fatto è che siamo solo più condizionati perché in estate siamo più portati a impegnarci nelle attività sportive con meno stress;
riduce le infiammazioni da traumi infatti mettere il ghiaccio sulle zone del corpo lesionate da traumi accidentali è il comportamento più corretto. Risponde ad un preciso criterio scientifico in quanto le basse temperature possono ridurre l'infiammazione, evitando l'ulteriore rottura di capillari e, di conseguenza, attenuano il dolore. Uno studio del 2011 ha rilevato che il recupero muscolare degli atleti avviene più velocemente se questi si espongono a bassissime temperature, infatti, spesso, gli atleti che praticano gli sport più traumatici si immergono in vasche apposite con acqua a basse temperature. È il principio della crioterapia per il momento abbastanza costosa. Ci si rinchiude per 3 minuti in un cilindro metallico raffreddato con azoto liquido a temperature estreme (-160 °C, –265 Fahrenheit circa). Appena fuori dal sarcofago di ghiaccio, ci si catapulta su un tapis roulant o una cyclette per permettere alla circolazione sanguigna di tornare immediatamente alla normalità, assicurando una sferzata di ossigeno alle cellule e al loro metabolismo. Il trattamento permette di avere una pelle più tonica e levigata;
aumenta le endorfine e quindi porta benefici anche all'umore. Muoversi all'aria aperta  in mezzo alla natura, riduce lo stress e innalza i livelli di endorfine, i neurotrasmettitori responsabili del buonumore,  contrastando così la tipica malinconia invernale;
ha un effetto antiaging sulla pelle perché il freddo rallenta le attività cellulari e ritarda, di conseguenza, l’invecchiamento. Il vantaggio del freddo pro-circolazione sanguigna può essere sfruttato anche per far funzionare meglio le creme cosmetiche: dagli anti cellulite agli antirughe, gli attivi in essi contenuti penetrano meglio in una pelle resa più ricettiva dal microcircolo risvegliato dal freddo.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO