CIBI PER LA PANCIA PIATTA


La pancia gonfia non è solo un qualcosa di fastidioso e antiestetico che a nessuno piace, ma è soprattutto un vero problema di salute che può pregiudicare la qualità della vita. Secondo gli esperti, i gonfiori addominali dipendono in genere da fermentazioni e squilibri della flora intestinale e/o dall'infiammazione cronica causata dall'ipersensibilità al glutine. Ci sono però alimenti anti gonfiore da consumare con più regolarità e che si possono abbinare facilmente alle pietanze, dolci o salate. 


Certi cibi sono un vero toccasana per chi soffre pure di meteorismo. Inoltre un buon metabolismo è il grande segreto per avere un corpo sano ed in grado di mantenere il peso giusto. In realtà è il motore del nostro organismo, che innesca quel processo di reazioni che ne gestisce l’accrescimento, il rinnovamento e il mantenimento. Secondo la medicina cinese le cause sono da ricercare nel malfunzionamento di milza e fegato che sono gli organi preposti a completare la fase digestiva, permettendo all'intestino di metabolizzare il cibo. Secondo la cultura cinese le persone che soffrirebbero di questo tipo di disturbo rientrano nel tipo "terra o legno".

Oltre quello che pensano gli orientali va detto che è opportuno seguire delle regole per raggiungere il risultato. Meglio aggiungere sempre alle nostre pietanze le spezie come il curcuma, zenzero, peperoncino, curry che stimolano la digestione, premessa essenziale per prevenire la formazione di tossine e gas intestinali. Va pure aumentata l’assunzione di semi carminativi come il finocchio o l’anice, macinati e aggiunti alle insalate. Il lattosio va consumato in piccole quantità ed è preferibile l’assunzione di yogurt bianco magro e bevande di riso, soia, mandorla e cocco. Evitare il più possibile gli zuccheri e le farine raffinate. Per combattere la ritenzione idrica, che provoca meteorismo, è opportuno ridurre gli insaccati ed i formaggi. Tra i frutti scegliere l’ananas, i mirtilli e la mela, che sono quelli con maggior potere anti fermentativo. Qui di seguito alcuni alimenti anti gonfiore:

LA CANNELLA, è una spezia che riduce le infiammazioni e che contiene un antiossidante che riduce le infiammazioni intestinali. È deliziosa spolverata sulle mele cotte, un vero toccasana per gli intestini deboli e trascurati.

IL PEPERONCINO, meraviglioso di ogni tipo, favorisce la digestione. La cucina meridionale annovera tra i suoi digestivi bevande a base di peperoncino e corteccia di cedro (zafarà) oppure a base di peperoncino e bucce di limone. Ottimo se spruzzato in polvere su un cibo di difficile digestione. Tuttavia è opportuno non eccedere nel consumo in quanto una dose elevata irrita le mucose gastrointestinali. Il modo migliore per consumarlo è crudo e macinato finissimo. Perfetto per i primi piatti e le carni.

LO ZENZERO previene il meteorismo. Digestivo, carminativo e antispasmodico, lo zenzero disinfiamma la mucosa gastrica e previene il meteorismo intestinale. Dopo un pasto consumato frettolosamente e quando c’è sonnolenza post prandiale, una tisana preparata con una presa di zenzero in polvere o una fettina di radice fresca facilita la digestione ed evita la fermentazione. Sotto forma di salatini è un ottimo ingrediente delle insalate miste. Fresco si presta maggiormente per la preparazione di zuppe, ramen, aggiunto alle carni, nelle salse o marmellate e nei cocktail a base di frutta. Può essere grattugiato o affettato finemente.

LA MELA è un grande alleato dell’intestino. Cruda o cotta, la mela è un frutto straordinario. Come l’ananas è l’unico frutto che se consumato anche dopo i pasti non fermenta nell'intestino. Un toccasana in caso di gastroenterite, diarrea e digestione. In questo caso è meglio mangiarla grattugiata con alcune gocce di limone. Per chi soffre di stitichezza la mela cotta è un ottimo rimedio. Per questo effetto si consiglia di far cuocere in poca acqua la mela per circa 15 minuti, poi si mangia al mattino e si beve anche la sua acqua di cottura. In alternativa si può cuocere in forno. È un dolce lassativo perché aiuta l’intestino delicatamente, con un effetto rinfrescante e protettivo per le mucose.

LA PRUGNA UMEBOSHI fa digerire. Si tratta di un’albicocca fermentata in salamoia nelle foglie di miso. Si assume lasciandola bollire in un pentolino d’acqua per qualche minuto sminuzzandola con una forchetta. Si beve il liquido, quindi si mangia il frutto e si succhia anche il nocciolo. È un ottimo rimedio per digerire, disintossicare il fegato e prevenire il meteorismo.

LE ALGHE sono un grande e delicato lassativo. Le alghe wakame, kombu e arame contengono fucoxantina, un antiossidante che possiede una delicata azione lassativa, rinfrescante sulle mucose intestinali. Ottime spolverate su insalate, zuppe e qualsiasi altra pietanza. Anche in insalata sono deliziose se fatte reidratare 10 minuti in acqua naturale.

Tutto questi consigli sono utili per puntare ad ottenere una buona forma fisica ed un ottimo stato di salute. 

Link:

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO