SUPERARE LA TIMIDEZZA

Immagine
  Qualche sera fa, durante una cena tra amici, una mia amica parlava del proprio figlio e mi ha fornito lo spunto per questa riflessione. La madre raccontava del figlio adolescente e timido che non riesce a incontrare nessuna ragazza, perché a suo dire, nonostante sia un ragazzo pieno di amore dentro di sé, non riesce a vincere la sua timidezza.  La madre si chiedeva se il figlio rimarrà per sempre solo. Io penso di no. Quante volte ognuno di noi nel corso della propria vita può aver pensato la stessa cosa ed essersi pronunciato con le stesse parole? Però in alcuni caso io penso che la timidezza rasenta il patologico ed impedisce di avere una fluida vita sociale, lo penso perché anche io ho vissuto e vivo momenti di timidezza ma ho qualche consiglio da dare. L’istinto viene più ingannato. La timidezza è una caratteristica del carattere di molte persone e può essere fonte di disagio anche inconsapevole. Una caratteristica comportamentale, un'emozione che influenza il nostro modo di

NATO NEL SEGNO DELL’ACQUARIO

 acquario

Qua voglio essere sincero, se mi fermo a riflettere su come sono, devo ammettere a me stesso che ho più di una personalità, magari non un puzzle di anime che si si incastrano tra di loro, ma almeno un paio di aspetti che rendono difficile e poco comprensibile il mio modo di essere. 

A rincuorarmi mi ripeto la famosa citazione di Luigi Pirandello: “Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti“. Almeno mi dico di non essere l’unico, non essere l’unico ad identificarsi in un profilo preciso, questo vuol dire che mi reputo abbastanza realista. Ci sono momenti in cui non mi piace pensare al futuro, e mi concentro di più sul vivere il presente, mentre in altri casi vado più a fondo, quindi non so se devo reputarmi come un impulsivo oppure no. Di certo so che sono pentito di una buona parte di scelte sbagliate che ho fatto, ma chi non ha mai sbagliato? Chi non ha mai preso scelte inadatte per pagarne poi le spese a vita? Un contrasto di personalità, motivo per il quale mi sono tatuato una luna ed il sole insieme, che però vuol dire anche tante altre cose. Per scoprire un po' di più mi sono pure messo a leggere quelli che sono i tratti del mio segno zodiacale ed ho stilato, sulla base della conoscenza che ho di me stesso, quello che è il profilo zodiacale che sono un acquario. 

L’acquario è l’undicesimo segno dello Zodiaco ed è governato da Urano e Saturno. E’ un segno maschile dove la qualità è garantita ed il suo elemento è l’aria. I miei colori preferiti sono il blu, il bianco e il nero e penso che il mio giorno fortunato è il sabato. I miei colleghi di segno sono tutti quelli nati nel periodo compreso tra il 20 gennaio e il 18 febbraio. In ogni circostanza riesco a mostrarmi come un intelligente contestatore, con voglia di libertà che a volte non sopporta di buon grado i legami esageratamente stretti e controllati. Sono legato al concetto tradizionale di famiglia inteso in senso classico e non allargato ma con una certa voglia di innovare e cambiare, senza prediligere gli schemi parentali scontati. Ho un’ottima memoria che penso a questo punto sia una caratteristica importante per l’acquario in quanto, come segno, dice tutto e, poco dopo, il contrario di tutto. Ma pure in questo ci vuole stoffa, non è da tutti. Penso che per gli altri sia difficoltoso poter stabilire quando sto per sferrare un colpo deciso in quanto convintissimo delle mie ragioni fino a quando all’improvviso rinnego e vado alla ricerca di un’opinione completamente differente. Nonostante questo mio potere sovvertitore, o forse proprio per compensarlo, sono dotato anche di una diplomazia fine e rarissima, che mi permette di ottenere i propri scopi senza debilitanti ed estenuanti conflitti. Alcuni potrebbero pensare che non io non sia affidabile ma non è così. 

Nelle relazioni abbastanza schietto tanto da dire se le cose non vanno proprio bene e quindi cambio idea anche con una certa frequenza, ma solo gli stolti non lo fanno. La cosa pericolosa è che, fino all’ultimo momento, le mie intenzioni possono cambiare e quindi un Acquario fedelissimo può diventare traditore e viceversa! Non mi piace comunque essere oggetto di gelosia, poiché la libertà personale è un bene al quale non si può rinunciare. Secondo me do inoltre una grande importanza ai sentimenti, come l'amore e l'amicizia, e le relazioni in genere con le persone e gli animali, anche se questa parte del mio carattere la nascondo quasi sempre. Spesso per timore di essere ferito oppure deriso dagli altri, non esprimo la mia opinione e preferisco ascoltare ed adeguarmi a ciò che è l’opinione del momento. 

Concludo dicendo che mi rendo conto di dover modificare alcuni aspetti del mio carattere, ma tutto sommato sono soddisfatto del mio modo di essere. Non sono un esperto di segni zodiacali e non so quindi se il mio profilo vada bene per tutti gli acquari, ma io ho voluto scrivere quello che penso è il profilo.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

REALIZZARE UN VELENO