CI SONO ANCORA DISCRIMINAZIONI CONTRO LGBTQ?

Immagine
  Vengono ancora denunciati dati sulla discriminazione di genere nei confronti dei lavoratori che si dichiarano  LGBTQ+.  Negli Stati Uniti d’America, negli anni ottanta, è nato il movimento LGBTQ con la volontà di esprimere quel pensiero politico che contesta la logica etero e binaria secondo la quale i sessi esistenti sono soltanto due. Evidentemente ce ne sono di più.  Da qui il transgenderismo che è da considerarsi come un movimento politico/culturale che propone una visione dei sessi e dei generi fluida e che rivendica il diritto di ogni persona di situarsi in qualsiasi posizione intermedia fra gli estremi di maschio o femmina stereotipati, senza per questo dover subire discriminazione. Infatti pare che oggi essere maschi o femmine sia soltanto un estremismo. Ne sono passati di anni dalla nascita di quel movimento, e tutto ora, bene o male, sembra normale. Eppure c’è uno lo studio, pubblicato dal Williams Institute, che ha rivelato un dato inaspettato, ovvero che non pochi lavorat

UN NUOVO ANNO UNA NUOVA OCCASIONE

felice anno



SE NON SI RINUNCIA A SOGNARE, LE COSE POI ARRIVANO…..


UN VERO AUGURIO PER UN FELICISSIMO NUOVO INIZIO

Siete pronti ad iniziare un nuovo anno? Un ‘altro anno sta per finire o forse è già finito ed ora bisogna ricominciare iniziando dalle proprie quotidianità, occupandoci di noi stessi per cercare di fare il meglio! Ci siamo lasciati alle spalle un altro anno con tutti i suoi pregi e difficoltà . Inutile rimuginare sulle tante difficoltà che ognuno di noi ha dovuto affrontare o vivere, bisogna subito ricominciare con i migliori pensieri di gioia, spensieratezza e felicità. 

Occorre rinnovarsi e rinnovare, partendo da se stessi. Via la pigrizia e ricominciamo. Va bene pure riprendere la palestra, mettersi a dieta e riprendere il lavoro. Poi svagatevi, incontrate i vostri amici, incontrate le persone che amate e cercate di regalare alla vostra testa un po’ di serenità ed il tempo necessario per riprendere i ritmi giusti. Fissate dei buoni propositi per l’anno che viene. Progettate di realizzare i vostri sogni, perché se oggi ci troviamo in una situazione migliore rispetto a molti altri, non è eterna e bisogna sempre combattere per mantenerla e, magari migliorarla ancora. Però la realtà è che in effetti tutti, almeno una volta, ci siamo ripromessi che con l’anno nuovo avremmo fatto questo e quello, pronti a prendere atto, già alla fine di gennaio, che le nostre migliori intenzioni si erano sciolte come neve al sole. Più o meno le cose vanno sempre così e non se ne capisce bene la ragione. Forse perché quanto poi si riparte e si rientra nella centrifuga quotidiana i propositi diventano faticosi da realizzare e ancora una volta ci sfuggono di mano ed anche dalla mente.

Ogni anno, fatto di mesi, settimane, giorni, si ripete da sempre allo stesso modo. Ogni anno si ripresentano quei giorni particolari, per ognuno di noi, che ricordano un compleanno, una festa, una ricorrenza,  un evento, un santo. In realtà sono solo giorni, scanditi istanti, che segnano il trascorrere del tempo. Eppure tra tutti i giorni, uno in particolare, segna la fine di un anno e l’inizio di un altro. Il capodanno, il primo giorno di una nuova occasione in cui bisognerebbe fermarsi a riflettere sull'anno che è appena passato. Dovremmo ricordarci dei nostri successi e dei nostri fallimenti, come anche delle promesse che abbiamo fatto alle persone care e quelle che non siamo riusciti a mantenere. Ricordare i momenti in cui ci siamo aperti agli altri per vivere grandi avventure insieme e quando invece ci siamo chiusi in noi stessi per paura di fallire o di essere feriti. Ricordarci delle persone care che non si sono più  e di quelle che possiamo ancora amare.

Forse questo è il significato più grande del capodanno, un nuovo inizio che ci può dare, ancora una volta, una nuova occasione per fare meglio, per fare di più, per perdonare, per amare di più, senza pensare troppo alle conseguenze, consapevoli di dover accettare quello che accadrà. Il prossimo anno ci rifermeremo a riflettere ed avremo ancora una volta una nuova occasione. Pensiamo dunque di iniziare un uovo anno ricordandoci di essere buoni con gli altri, gentili con gli altri e non solo per il primo giorno. Ricordiamoci che se anche quest’anno falliremo, il prossimo anno ci sarà una nuova occasione per fermarci a riflettere e ricominciare.

La vita è bella e va vissuta intensamente in ogni momento, per quella che è. Non dimentichiamolo.

Buon anno a tutti!

Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Condivido il tuo pensiero .... Ricominciare sempre!! Buon Anno!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I SETTE VIZI CAPITALI

REALIZZARE UN VELENO

LE DONNE. ALDA MERINI

LA CATEGORIA DEI TROMBAMICI O SCOPAMICI