CHE COSA È ECALL

ecall


La eCall è un nuovo sistema salva vita. Quando hai un incidente, questo innovativo sistema invia in automatico una chiamata al 112 e tutto viene reso più semplice, con soccorsi molto veloci.  Il sistema è montato sulle nuove autovetture ma per il momento non si trova sempre in dotazione di serie.  


Attualmente si è affacciato l’obbligo legislativo che prevede il montaggio su tutte le auto di nuova omologazione che devono prevedere di essere dotate di eCall, il dispositivo che chiama automaticamente il 112 in caso di incidente stradale. Il sistema funziona grazie a una Sim integrata nella vettura, uguale a quella dei cellulari, che si attiva quando si verifica un significativo urto, che fa presumere si sia verificato un incidente grave. Attualmente la normativa perevede l’obbligo di installazione dell’eCall solo per i modelli di nuova omologazione, cioè quelli che le aziende devono ancora lanciare sul mercato, quindi anche se si compra una nuova autovettura che era già stata omologata in precedenza, e quindi in produzione, potrebbe essere sprovvista del sistema di chiamata d’emergenza. In questo caso si  può comunque dotare il mezzo di eCall, acquistando un kit che funziona collegandolo anche all’accendisigari, senza dover andare in officina, e costa circa 120 euro. Questo kit non avvisa il 112, ma il call center dell’azienda che lo produce, che a sua volta allerta i soccorsi necessari. Negli altri casi , invece, un operatore dei soccorsi riceve la chiamata, si mette in contatto in viva voce con i passeggeri dell’auto e pianifica subito il tipo di intervento più indicato in base alle loro indicazioni. 

Funziona in automatico grazie a speciali sensori applicati alle cinture o agli airbag, la eCall è in grado registrare un eventuale incidente e far scattare la chiamata automatica al numero unico europeo 112. La centrale riceve la richiesta di soccorso, nella quale vengono specificati il momento dell'incidente, la posizione e il senso di marcia dell'auto, il tipo di veicolo e la sua alimentazione; in più vengono comunicate le condizioni del conducente e il numero di passeggeri. Nel caso in cui i passeggeri non rispondono, scatta immediatamente un’operazione della massima urgenza. Secondo una stima della Commissione europea, questa procedura può portare a una riduzione dei tempi di attesa dell’ambulanza anche del 50%, con la possibilità di salvare molte vite. Oltre l’attivazione automatica è prevista anche l’attivazione manuale. Basta premere sul tasto rosso con la scritta Sos, di solito posto in alto, accanto allo specchietto retrovisore, e parte la chiamata, quindi si può allertare il 112 se qualcuno è in grave pericolo di minaccia oppure viene aggredito da malviventi, senza perdere tempo a cercare il proprio cellulare, considerata una probabile situazione di panico. E’ tutto molto più semplice. L’eCall comunica alle autorità una serie di informazioni che riguardano il veicolo, come la posizione gps, tra l’altro già monitorati solitamente dai dispositivi delle compagnie assicuratrici, poi la marca della vettura, il modello e l’alimentazione, l’apertura degli airbag. Tutti questi elementi risultano poi utili per i soccorritori che dovranno intervenire. 

Nel 2017 in Europa sono stati registrati 25.300 decessi, seppure vi è una diminuzione significativa. Il calo dei decessi nell’ultimo decennio è costante, con l’obiettivo posto di dimezzarlo entro il 2020. L’adozione dei dispositivi come l’eCall è sicuramente un grande aiuto per la sicurezza. Ci sarà da attendere un po’, ma certamente porterà dei benefici per salvare vite in pericolo. Già ci sono dei miglioramenti nei dati statici, ma così si compie un ulteriore passo in avanti.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO