SPERIAMO CHE NON CROLLANO GLI ITALIANI


uomo crollato moralmente dopo il terremoto

Il dramma dei continui terremoti che si stanno susseguendo in Italia non è solo quello del crollo delle case. Oltre alle case stanno crollando, man mano, le persone che sono sopravvissute alle catastrofi.

 
Molti degli scampati “fortunati”, sono ancora sconvolti per le scosse terrificanti che ancora continuano a manifestarsi, che non fanno dimenticare, seminando ancora paura. I colpiti non hanno più la voglia e la forza di continuare a sfidare il loro destino. Crollano.

Oramai il nemico più insidioso, che regna fra queste terre, non è più il disagio della vita in tenda o delle scuole nei container, ma la paura di quello che sarà domani, che si presenta senza un futuro e con la consapevolezza che ogni ricostruzione può essere nuovamente abbattuta.

Anche gli esperti che analizzano ed elaborano dati sismici, hanno confermato che gli ultimi terremoti accaduti non sono da agganciare a quelli di Amatrice ma a quelli dell'Aquila di qualche tempo fa. Questo fa capire che i tempi sono molto lunghi ed incerti ed accompagnano gli incubi e le paure degli sfollati nelle loro notti fredde.
In Giappone in California hanno messo un freno a questi epocali problemi; potremmo farlo anche noi. Purtroppo questa è una cosa che impegna molti fondi, che un paese pieno di deficit non può affrontare. Per ora i più sfortunati, quelli colpiti in tutto e per tutto, piango da soli i loro danni e nessuno può dargli risposte certe, così come è accaduto a tutti quelli colpiti prima di loro. I politici rassicurano che non saranno lasciati da soli. Questo lo sappiamo perché l'esperienza ci insegna che ogni terremotato viene lasciato in compagnia degli altri terremotati.







 

Commenti

Post popolari in questo blog

LE DONNE. ALDA MERINI

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO