INSEGNANTI AL LAVORO? NO GRAZIE!


scuola
classe scuola

Dopo tanti anni di precariato, molti insegnanti sono stati assunti e destinati in località insolite, a volte lontano da casa. La risposta, per molti è stato un secco NO e ancora oggi ci cono cattedre scoperte, ed alunni senza docente.


classe



La contraddizione è che ci sono milioni di italiani disoccupati e disperati, che per avere un lavoro sicuro, sarebbero disposti -alla “Checco Zalone”- anche a prelevare il seme degli orsi polari.    
  

scuola
 



Era già assodato che moltissime persone sarebbero disposte a tutto, pur di ottenere un lavoro. Era già assodato che migliaia di docenti sono stati assunti grazie alla riforma del governo Renzi. Eppure nel settore c’è forte rivolta da ogni parte.

 



Purtroppo le cattedre disponibili sono per lo più al nord, mentre le persone che desiderano fare l’insegnante sono più presenti al sud. Questo è un processo che la scuola italiana ha sempre vissuto. Ciò nonostante, molti docenti neo assunti, che dovrebbero essere felici per le nomine ottenute, sono invece in rivolta per il piano straordinario di mobilità. I primi probabilmente a rimetterci sono gli alunni che si ritrovano in una classe senza insegnanti.

scuola



Gli insegnanti lamentano anomalie nell'algoritmo utilizzato dal Ministero, errori di calcolo, che hanno determinato per alcuni svantaggi e per altri privilegi. Questo brutto e grosso pasticcio non piace proprio a nessuno.




Però, come mai, se un software comprato ed autorizzato da un’autorità pubblica, sbaglia, non può essere corretto dalla medesima autorità. Bho!
La tematica è ben complessa.

 

 

scuola
 

 


Commenti

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELL’ALBERO DELLA VITA. SIMBOLOGIA

LE DONNE. ALDA MERINI

PABLO NERUDA. SE SAPRAI STARMI VICINO

REALIZZARE UN VELENO